Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

La Rivincita delle Polpette

giovedì 6 agosto 2009
Polpette di Carne

Alzi la mano a chi non piacciono le polpette. La polpetta e' assolutamente perfetta, rotonda, accogliente, confortevole. Sa di casa e sa di buono.
E invece no.

IO ODIO LE POLPETTE!!


O meglio, ho cominciato ad odiarle dal primo momento in cui ho varcato la soglia di uno degli innumerevoli ristoranti "italiani" che infestano...ehm...popolano ogni angolo di questa citta' (e degli Stati Uniti in genere, se vogliamo dirla tutta). Meatballs all over, e' un'invasione di polpette: non solo schiaffate impunemente sopra gli spaghetti, ma anche sulle linguine al pesto, sulla pizza, nell'insalata, sopra le tagliatelle al burro, come contorno a un piatto di melanzane alla parmigiana, come antipasto, come accompagnamento al pollo al limone. Chi piu' ne ha piu' ne metta.

Ora, non e' che mi piaccia fare l'integralista, ma non ci posso fare nulla, queste meatballs proprio non mi vanno giu'. Al di la' degli accostamenti bizzarri a cui sono costrette, mi ferisce vedere polpette grandi come palle da tennis, e soprattuto trovare polpette bugiarde che fanno finta di aver cotto insieme al sugo per la pasta quando invece lo sai benissimo che fino a due minuti prima di essere sbattute sul piatto se ne stavano tutte nude in un grande pentolone, schiacciate tra cento altre palle di carne (MEAT - BALLS). E sai benissimo che il sugo e' stato versato sopra solo all'ultimo minuto, con la conseguenza che l'aroma caratteristico di cui dovrebbe essere impregnato e' andato a farsi benedire. Essendo invece cotte separatamente (bollite? al forno? al vapore? fritte? mah...) le meatballs diventano polivalenti e possono essere di volta in volta contorno, primo piatto o accessorio per la pizza. Non che mi dispiacciano le polpette al forno, lessate in brodo, o fritte, anzi. Quello che non va e' che si faccia loro credere di poter navigare nel sugo come niente fosse...

A dire il vero, polpette e spaghetti hanno gia' ottenuto una bella rivincita qualche anno fa quando, in una memorabile scena del film The Big Night, Stanley Tucci cerca di convincere una cliente che spaghetti&meatballs non possono fare da contorno al risotto al pesce, ben sapendo che il fratello in cucina si rifiutera' di servire una tale eresia. Sometimes spaghetti like to be alone. E bisogna aggiungere altro?

E' vero che ultimamente sono spuntate alcune trattorie/enoteche molto trendy dove le polpette vengono servite con tutti i crismi, ma prima di tutto te le fanno pagare come un filetto di manzo, e in secondo luogo mi dite cosa c'e di trendy nelle polpette? La polpetta mi stona in mezzo a Insalatine di gemme di campo con petali di rosa e riduzione al balsamico o Carpacci di tonno con mojo verde al profumo di zenzero. Semplicemente non e' a suo agio, ecco. E' sbagliata, proprio come un pesce fuor d'acqua o un'altra polpetta fuori dal sugo.

Percio' oggi ecco a voi la mia rinvincita fondamentalista: polpette al sugo, nella cucina di casa, da sole. Niente spaghetti, niente insalata, niente fettuccine al burro. Addirittura niente pure'.


Polpette al Sugo
per circa 16 polpette

carne di manzo macinata 500 gr.
uovo 1
1 o 2 panini raffermi
latte circa 1/2 bicchiere
aglio 1 spicchio
sale, pepe, parmigiano grattuggiato, pane grattuggiato, prezzemolo
olio, aglio, sale, pepe, pomodori per la salsa


Eliminare la crosta ai panini, tagliare a dadini la mollica e metterla a bagno nel latte almeno qualche ora prima.
Mescolare la carne con l'uovo, aglio e prezzemolo tritati, qualche cucchiaio di parmigiano e pane grattuggiati, la mollica di pane scolata e strizzata, sale e pepe (unico accorgimento e' di non metterne troppa di mollica, diciamo...il giusto....). Se l'impasto risulta troppo bagnato, unire ancora un paio di cucchiai di pangrattato. Formare delle palline grandi come noci (noci, non palle da baseball).
In una larga padella rosolare per bene le polpette in un po' di olio con uno spicchio d'aglio intero, poi unire i pomodori precedentemente pelati e passati e far cuocere lentamente almeno 30/40 minuti. Se il sugo si restringe troppo, unire un po' di acqua o del brodo. Se si vogliono polpette piu' leggere, evitare di rosolarle nell'olio e unirle al sugo gia' in cottura.
12 commenti
alessandra (raravis) ha detto...

fiùùùùùùùù... stavo già per vergognarmi a morte, nell'impossibilità di essere fra i "tutti" che avrebbero alzato la mano... meno male che mi son fatta forza ;-) e ho proseguito la lettura. Neanche a me piacciono le polpette e per tutti gli anni in cui mi è toccato lavorare all'estero, non ne ho assaggiata neanche mezza in Italia- neppure quelle meravigliosissime che fa la mia mamma( alla genovese, senza sugo). Poi, però, mi sono lentamente riconvertita e ora faccio qualche eccezione- ma rigorosamente limitata alle 4 mura di casa, sia chiaro...
buona giornata
ale

Fra ha detto...

Hai ragione le polpette per essere buone devono essere cucinate con tutti i crismi come hai fatto tu! se no sembrano solo un agglomerato di scarti il cui sapore ricorda vagamente quello del cartone
Fantastico The Big Night, un film davvero spettacolare
Un bacione
fra

paola_firenze ha detto...

ebbene la scena di big night è veramente fantastica....ma anche quando stanley tucci va nel ristorante del marito di isabella rossellini e si vede la gente mangiare piatti di spaghetti e di tutto un pò....comunque anch'io non amo molto le polpette...o meglio mia mamma non le ha mai cucinate e quindi non fanno parte del mio dna: però la tua ricetta mi incuriosisce..paola

Barbara ha detto...

Io ADORO le polpette, ma fatte con tutti i crismi, senza spaghetti o pizza (sti ammmericani): polpette al sugo della nonna, fatte con prezzemolo e aglio, cotte con del buon pomodoro dell'orto e servite al massimo con la polenta!!!

Mi fanno impazzire!
E'decisamente il mio comfort food.

Ciao Sara!

B

Ornella ha detto...

Bravissima, la Polpetta è sacra! A casa mia non esiste Domenica senza le sacrosante Polpette( le faccio uguali uguali). Ti posso consigliare qualche piccolissima variazione sul tema? Se vuoi cambiare ogni tanto, prova: macinato misto(metà manzo emetà maiale); formaggio misto( metà parmigiano e metà pecorino); niente latte ma acqua ed un po' di vino rosso; bagnarsi le mani col vino rosso quando si formano le polpette. Baci,
Ornella

Cappuccetto Rosso ha detto...

Grazie Ornella, provero' la variazione. Vino rosso e pecorino, che bonta'.

Quello che volevo dire e' che io ADORO le polpette, e ADORO il loro sugo per fare la scarpetta, ma qui sono lontane anni luce dalla Polpetta con la P maiuscola...la polpetta ornelliana tanto per capirci!

luby ha detto...

concordo in todo!
le polpette non si toccano!
si fanno così come le facciamo noi!
il resto...solo imitazioni orrende!

Lydia ha detto...

Io adoro le polpette invece, quelle al sugo poi.
Certo senza spaghetti e ammennicoli vari.
A Napoli ci mettiamo anche pinoli ed uvetta nell'impasto

Arietta ha detto...

Beh, dalla descrizione americanizzata che ne fai, chi non potrebbe odiarle? :-D Sono le tipiche rivisitazioni di una cultura alimentare che trae spunti di qua e di là, inserendoci un po' di questo e un po' di quello, riproponendo ricette tipicamente estere perchè fanno "tantochic", ma poi il più delle volte realizzando delle vere e proprie bestemmie gastronomiche. Le polpette sulle tagliatelle al burro e sulla pizza, in particolare, mi han fatto rabbrividire.

Invece io adoro le VERE polpette: fritte, o al sugo (ossia cotte NEL sugo), sono un piatto che mi sa di casa, di nonni, di mamma e di infanzia. Mi piace il loro sapore morbido al palato.

Se una volta hai tempo fai una ricerca su google immagini: "tortellini"...un altro capitolo su cui ci sarebbe mooooolto da discutere. Io sono Modenese, quindi vedi tu :-D quando scrivevo per Gustoblog ci feci anche un articolo scandalizzato...e non ci volle molto!

sciopina ha detto...

Anch'io cerco sempre di spiegare agli anglosassoni che le polpette vanno mangiate da sole e cotte nel sughetto. non farmici pensare..che mi aspettano due settimane a Newyork e dintorni dove come sempre dovrò storcere il naso e nn solo per gli spaghetti and meatballs, macaroni n' cheese e pizza con cicken bbq...la lista è infinita---arghhhhhhh....
a presto
sciopina

Francesca P. ha detto...

Te lo giuro. Te lo giuro. Adesso mentre ti scrivo le polpette al sugo si stanno cuocendo. Saranno il mio pranzo di domani. In tuo onore, per forza di pomodoro.

One Girl In The Kitchen ha detto...

avanti pomodoro!

Posta un commento