Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Pesto di Pistacchi con Aglio Arrostito al Forno

giovedì 13 giugno 2013
Pesto di Pistacchi

Give me songs
to sing
and emerald dreams
to dream
and I'll give you love
unfolding.

~ Jim Morrison

Certo che dopo un'introduzione così, alla Jim Morrison, a me resta ben poco da dire.
Potrei forse parlarvi del profumo del basilico, universale indizio d'estate, potrei srotolarvi il filo dei miei pensieri e spiegare come è che si sia annodato ai pistacchi; potrei dilungarmi sulla ritrovata gentilezza dell'aglio arrostito, prova inconfutabile dell'innata bontà dell'universo, oppure ancora potrei scrivere un mezzo trattato sul colore verde e sul pesto vegan.
O magari potrei cogliere l'invito di Jim e partire per la mia tangente, parlandovi dei sogni smeraldati, del senso della vita prima e dopo il pesto, dei film in bianco e nero, dei finali a sorpresa o delle canzoni di fine primavera.
E invece don't panic, non ci sarà niente di tutto ciò. Oggi preferisco (quasi) tacere e affidare invece il mio post alle parole di Jim, alle mie foto e al colore verde di questo pesto, augurandovi un weekend un po' rock e un po' roll.
Io dal canto mio esco a fare due passi e vado fino in Costarica, a ritrovare il mio verde e l'energia perduta per strada.
Che il pesto sia con voi fino al mio ritorno. Se torno.
Besos.

Roasted Garlic, Basil and Pistachios


Pesto di Pistacchi
con Aglio al Forno

per 2 vasetti
pistacchi 75 gr
anacardi 25 gr
aglio 6 spicchi
limone 1/2
basilico 1 mazzo abbondante
olio extra vergine 70 gr
sale, pepe q.b.


Basil and Pistachios

Per prima cosa arrostire gli spicchi d'aglio: metterli in una teglia ancora con la buccia, condirli con un cucchiaio di olio, sale e pepe e infornarli a 180 per circa 40 minuti, finché si sono ammorbiditi. (Ora, ammetto che la suddetta operazione pare eccessiva per sei miseri spicchi d'aglio, quindi vi suggerisco due alternative: o raddoppiate, ma che dico?, triplicate le dosi del pesto, oppure, come nel mio caso, arrostite spicchi d'aglio a volontà, perché giuro che sono buonissimi, spalmati sul pane una vera goduria, e se non ne fate in abbondanza ve ne pentirete, siate avvertiti...).
Mettere nel mixer (o nel mortaio per i tradizionalisti) i pistacchi, gli anacardi e gli spicchi d'aglio cotti e sbucciati. Frullare fino a quando si ottiene una granella piuttosto fine. Aggiungere abbondanti foglie di basilico, succo di limone, sale e pepe e frullare ancora. Alla fine unire l'olio poco per volta finché si ottiene un pesto cremoso e abbastanza fluido. Invasare, coprire con dell'altro olio e conservare in frigo.
A chi mi chiede ma il parmigiano?, mi sento di dire che il parmigiano nel pesto è una solo una fantasticheria moderna, si può fare benissimo senza; e in ogni caso, a scanso di equivoci, ho aggiunto se notate una manciata di anacardi, che daranno al vostro pesto quel giusto tocco di parmigianosità cremosità.
Yes you can do it, too.
w.v.<3


Pesto di Pistacchi


10 commenti
MARI Z. ha detto...

che bontà! Di certo da provare!
buen viaje!;-)

Miss Becky ha detto...

Smeraldo, gli occhi di mia figlia, come affondare in un bicchere di assenzio per ritornare all'età della decandenza di Rimbaud, perchè se fossi Morrison probabilmente sarei riuscita a fare una canzone sulle sue gemmine brillanti. Verde puro, come quello del pesto che proponi e che profuma di casa, perchè nell'aglio non dico che ci potrei fare il bagno, ma io vampirella pentita potrei quasi quasi usarlo come ghirlanda, per abbellire un collo non più immortale.
Fantastico, da provare, senza dubbio alcuno!
Un bacio, meravigliosa donnina!

Araba Felice ha detto...

Chissà se il fatto che sto sgranocchiando pistacchi in questo momento c'entri qualcosa :-D in ogni caso lo voglio proprio provare.

Buon viaggio!

Micol Cerruti ha detto...

Approvo tutto di questo post.......dall'intro in poi........grande!!!!

Peanut ha detto...

Mi pare bellissimo, di un colore incantevolmente brillante. Ora, si dà il caso che abbia un po' di problemini con l'aglio, ergo, con sei spicchi mi fai lo stesso effetto che su dracula. Però arrostito mi ha incuriosito, lo confesso. Ti farò sapere quando mi sarò ripresa. Se mi riprendo ;)
un abbraccio e buon viaggio :)

F. ha detto...

Buon viaggio! Io intanto mi gusto con gli occhi il tuo pesto! Foto stupende, mi sembra di sentire il profumo del pesto al solo guardarle! Un bacio, Fede

cucinalà Laura ha detto...

"ritrovata gentilezza dell'aglio arrostito, prova inconfutabile dell'innata bontà dell'universo" osservazione geniale!
Mi ha fatto venire in mente una frase di Calvin&Hobbs, che è un po' la mia filosofia: "c'è un tesoro in ogni dove"
Ricetta da provare assolutamente.
Buon viaggio!

One Girl In The Kitchen ha detto...

@mari z: gracias, sono in partenza adesso. Au revoir!

@miss becky: vampirella!!! io invece l'aglio non lo riesco tanto a soffrire, a meno che appunto, non sia arrostito e dolce. grazie per la "meravigliosa donna", non credo di meritarmi tanto, ma grazie ;)

@araba felice: spero che tu abbia salvato qualche pistacchio dallo sgranocchiamento per provare il pesto!

@micol: grazie!! approvo tutto anche io...

@peanut: niente paura, anche io ho un po' di problemi con l'aglio, crudo non mi va giu' molto bene, ma al forno e' tutta un'altra storia, diventa dolce. sei spicchi ti giuro non si sentono, se invece li vuoi usare a crudo, ne metterei al massimo due

@fede: grazie, il profumo di basilico e aglio al forno era divino! ;)

@laura: viva calvin&hobbs! li adoro! :)

WYW ha detto...

Buon viaggio :) Ho conosciuto il tuo blog ora e ne sono entusiasta ottima presentazione e soprattutto ricette che un po' riportano a casa WYW dal WYWorld :) grazie

journeycake ha detto...

.. sono arrivata tardi, sei già partita, spero tu abbia trovato il tuo verde.. intanto io aspetto il tuo prossimo post, simo

Posta un commento