Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

California Quinoa Salad

mercoledì 4 settembre 2013
California Quinoa Salad

Il paradosso.
L'America.
Così amata, idolatrata, così desiderata, idealizzata eppur così vituperata.
L'America imperialista, sola, prepotente, bigotta, militarista. Così contraddittoria, invadente, spiona, poliziotta, interventista.
L'America cafona, liberista, oppressiva, insensibile e razzista.
Capocciona, arrogante, capitalista; guerrafondaia, troppo armata e un po' fascista.

Dite quello che volete.
Ma c'è New York.
E c'è San Francisco.
E se ci metti piede, come a un amante traditore riesci a perdonarle tutto, e ad amarla nonostante.


Quinoa Salad Ingredients


California Quinoa Salad*
per 4-5 persone

quinoa 220 gr
acqua o brodo vegetale 400 gr
peperone rosso piccolo 1
cipolla rossa piccola 1/2
mango 1
edamame, al netto 1 bicchiere ca.
mandorle a lamelle 1 manciata
cranberries 1 manciata
lime 2
aceto balsamico 4 cucchiai
cilantro, cocco disidratato, sale, pepe q.b.


Edamame


Mettere l'acqua (o il brodo) e la quinoa in una pentola, portare a bollore e far cuocere a fuoco medio-basso per circa 15 o 20 minuti, finché tutto il liquido è stato assorbito.
Cuocere gli edamame per 4 minuti in acqua bollente, scolarli, sgranarli e tenerli da parte. Nel frattempo tritare finemente la cipolla e tagliare il peperone e il mango a dadini. Mescolare tutto alla quinoa, unendo il succo e la scorza grattuggiata dei lime, le mandorle, i cranberries (si possono sostituire con uvetta o ciliegie essiccate), l'aceto balsamico, sale, pepe, cilantro fresco tritato e una abbondante spolverata di cocco grattuggiato. Servire l'insalata fredda o a temperature ambiente.

*La ricetta l'ho messa insieme prendendo spunto da una cosa simile che ho adocchiato da Whole Foods. Ho guardato il colore, sbirciato la lista degli ingredienti et voilà, la mia serenata alla California.
w.v.<3


California Quinoa Salad


13 commenti
Valeria ha detto...

Io ci credo, sai? E ho paura a rimetterci piede. Ma quando, e non se, verrò a SF, ti vorrei conoscere. Di fronte ad un'insalata di quinoa come questa :)

Chiara Setti ha detto...

Ci vado tra 10 giorni in viaggio di nozze!!! Insalata e foto meravigliose!! ^_^

Benedetta Marchi ha detto...

Ecco la famosa teglia e la meravigliosa foto dei piselli.... anche se, la mia preferita resta la foto della quinoa in alto.
E' davvero splendida! Me la mangerei seduta stante!
Grazie ancora per prima!! A presto!

One Girl In The Kitchen ha detto...

@valeria: ti aspetto! dimmelo con due giorni di anticipo che faccio la spesa :)

@chiara: ma tantissime congratulazioni allora! e buon viaggio.

@benedetta: ecco la teglia! e prego, figurati, anzi grazie a te dei compliments. :)

Katiuscia ha detto...

Splendida!
Con foto e piatti così, anche a te si perdonerebbe tutto ;-)

Babs ha detto...

giuro, ho la quinoa. per la prima volta in vita mia l'assaggerò!
:) poi ti dico.

che foto.... ma quanto sei brava!
baci baci
b

franci e vale ha detto...

Concordo con tutto: l'America e la quinoa!!
brava.

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Trovo che finché non si va negli USA a coprire le sue città, i suoi parchi, una natura fantastica, gente generosa e disponibile, si avrò sempre un'idea distorta di questo meraviglioso Paese. Il che non vuol dire che sia tutto idilliaco, sia chiaro.

Ricetta strepitosa!

Fabio

cucinalà Laura ha detto...

Alla fine la foto con sfondo nero ha vinto... Bellissima! Come pure la ricetta. Io a NY perdono tutto, San Francisco non l'ho mai vista, ma mi sa tanto che anche a lei perdonerei tutto...

Peanut ha detto...

Io l'America non l'ho mai visitata, ma mi ritrovo perfettamente nella prima frase. Idolatrata, da sempre sognata, desiderata fortemente, la California in particolare, forse proprio perchè troppo idealizzata, ma penso di voler rimanere nelle mie convinzioni, di non voler sapere la verità, se questo volesse dire un altro Babbo Natale che non esiste.
Neanche la quinoa, a dir la verità l'ho mai presa ancora, qui la trovo a prezzi esorbitanti, non oso immaginare quella nera. Ma mi tenta sempre molto, quindi immagino che ben presto cederò. Mi piace tantissimo tutto quel che c'è dentro, mi piacciono tantissimo le foto, la seconda in particolare e..anch'io avrei scelto la nera ;)
un abbraccio

Latte e fiele ha detto...

Che spettacolo di foto, stoviglie e post (e pensare che la quinoa... proprio non mi piace !)

Brooke Williams Buffington ha detto...

Dear One Girl,
I regret that I am not able to write this in Italian.
I discovered this recipe through a Facebook posting by Darling Magazine. As an American (a native Floridian and a resident of California for 15 years), I was happy to see this recipe as quinoa is quite popular here. However, my Italian is quite rusty, as it's been over 12 years since my last trip. Unfortunately. This recipe was not to be found in English on the site, so I did a little Google translation and was a bit disheartened by what I read. I am very sorry to hear the opinions expressed about America, although at the same time, I have thought the exact same things. I guess I would say that, yes, there is truth in what you say, but do please know that all of us are not like that. There are a great deal of us who cringe at the guns and the xenophobia. I would encourage you to visit. We still have much to offer as a nation. California is truly an amazing state - not just San Francisco - although San Francisco is one of our best cities. We have Sonoma, Napa, Yosemite, the Sequoias, Joshua Tree, Los Angeles, Palm Springs, the Redwoods, Big Sur. I could keep going!! And the South of the US - well you will not see a lovelier place with warmer people - especially New Orleans, Savannah, Georgia, Asheville, North Carolina, or Austin, Texas...

I loved your country, it is Italy after all! The several months I spent in Vicenza were a dream. If anyone could be 'in love' with a country, then that's what I was. Just know how much respect Americans have for Italy. We know it's not perfect, but to us, its place in the world and in history could never be replaced or replicated. As an American, I apologize for our bullying tendencies and brashness- I hope that we can do better and that in the future we can amend our reputation.

Un abbraccio di America!
Brooke

Günther ha detto...

una gran insalata di quinoa

Posta un commento