Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Grissini Stirati

lunedì 25 aprile 2011
Grissini Stirati

My momma always said, "Life was like a box of chocolates. You never know what you're gonna get".

Mamma diceva sempre, "La vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".

(T. Hanks, Forrest Gump)

Consentitemi di aggiungere, la vita è anche come un grissino stirato, croccante e morbida, non sai mai cosa ti aspetta al morso successivo.
Forget the chocolate, il grissino - stirato o cicciottello - è oggi, per me, la vera poesia, la mia metafora new age, il profumo e il ricordo di tutto quello che c'è di buono al mondo.
That's all I have to say about that.


Grissini Stirati
per circa 30 grissini di 40 cm ca

farina 00 500 gr
acqua tiepida 250-280 gr
lievito di birra 15 gr
sale 8 gr (un cucchiaino colmo)
olio di oliva 50 gr
malto d'orzo 1 cucchiaino raso
farina di semola, olio per spennellare q.b.


La particolarità di questi grissini, tirati rigorosamente a mano, è che sono molto irregolari: i tratti più sottili si cuociono in fretta e risultano croccanti, mentre le parti più grosse rimangono piuttosto morbide. Ogni morso è una sorpresa.
La ricetta, che vi ricopio letteralmente, non è farina del mio sacco, ma viene ancora una volta dal libro delle sorelle Simili, mai troppo sfruttato.
Che il pane sia con me, finché lievito dura.

Fare la fontana, amalgamare al centro tutti gli ingredienti e impastare battendo per 8-10 minuti. L'impasto deve essere non troppo morbido.
Fare un filone e stenderlo in un rettangolo di circa cm 30x10, mantenendo la forma il più regolare possibile, appoggiarlo su uno strato di farina di semola di grano duro, pennellare abbondantemente con olio di oliva la superficie ed anche i lati e cospargere il tutto con altra semola.
Coprire a campana e lievitare 50-60 minuti. Con un coltello a lama alta o con una grande spatola tagliare dal lato corto dei bastoncini larghi circa un dito, senza smuovere troppo la pasta afferrarli al centro con le dita e assottigliarli tirandoli delicatamente e spostando contemporaneamente le dita verso l'esterno mano a mano che la pasta si assottiglia.
Disporli su una teglia un poco distanziati e regolarli con le dita per uniformare lo spessore dei grissini. Se prendete troppa pasta e il grissino risulta troppo lungo, tagliatelo al limite della teglia, e il pezzetto che vi rimane cuocetelo così come è poiché non è possibile reimpastarlo. Mettere subito in forno a 200 per 18-20 minuti.

Grissini Stirati

Hello. My name's Forrest, Forrest Gump. You want a chocolate grissino?
14 commenti
Dora ha detto...

Questi grissini sono davvero meravigliosi. E la tua metafora è anche più originale!
Io li preparo con lievito naturale. Almeno ogni 10 giorni. In casa non si può stare senza!

franci e vale ha detto...

Com'è possibile che ho già voglia di cucinare nonostante tutto quello che ho mangiato in questi giorni?? Da domani dieta!! ....al solito! Questi grissini saranno adatti?....anche se non sono adatti li faccio lo stesso! Ciaoooo, Franci

Katia ha detto...

Ma che belli!!!!!!!!!!!
Posso continuare a panificare dalla mia camera d'albergo?! Ieri le pagnotte oggi magari i grissini!
Riconosco pure il fiocchetto (te l'ho detto che ho pure in valigia nastri e stoffette vero?!) ;)

Angela ha detto...

Che carinissimiiii !!!! Adoro quel fiocchetto ^_^

One Girl In The Kitchen ha detto...

@Dora: bhe, col lievito naturale devono essere la vera poesia piu' vera.... Sono anche io indecisa se farmi trascinare nel tunnel del lievito madre, e' moooolto pericoloso, pero' che soddisfazione!

@franci: non adatti per la dieta. Assolutamente no. Proibito! ; )

@katia: hai visto che alla fine il fiocchetto ha avuto la fine che si meritava? guarda, come ti ho detto, sono facilissimi questi grissini, anche in albergo!

@Angela: grazie! il fiocchetto e' il primo della serie ; )

Lydia ha detto...

no vabbè, ma come ti vengono certe cose???

salamander ha detto...

che soddisfazione fare i grissini con le proprie mani!!!!

Reb ha detto...

Direi che prima o poi, ci si deve incontrare al Bubba Gump :D
I grissini, poesia da sgranocchiare, poche storie. Baci

Diletta ha detto...

Che buoni i grissimi stirati delle Simili!!!!!

Un sorriso scrocchierello,
D.

Edda ha detto...

Yes please! Mi tengo preziosamente la ricetta, grazie anche per il testo e le belle foto

Laura ha detto...

Bellissimi! Con un po' di prosciutto...

Pensa che non ho mai visto il film Forrest Gump, che vergogna direi.

Belle foto, hai visto il post di Katie Quinn? Avere uno studio e collezionare photo props...che sogno.

One Girl In The Kitchen ha detto...

@Lydia: ma non saprei, certe volte mi sveglio e mi vengono certe folgorazioni istantanee! ; )

@Salamander: gia', proprio una soddisfazione (...pero', non dirlo a nessuno, ma questi grissini sono facilissimi!)

@Reb: per te finiro' anche coll'assoggettarmi al Bubba Gump! quando si va?

@Diletta: vado a nascondermi al confronto con la tua colomba galattica, pero' hai ragione, sono proprio buoni questi delle Simili

@Edda: you're welcome! le ricette delle Simili mi piace riportarle come sono scritte, perche' secondo me e' anche quello il loro bello.

@Laura: gia' ...che sogno! se venisse il genio della lampada con i suoi 3 desideri, gli chiederei uno stanzone per collezionare props e 4 finestre gigantesche (4 finestre insieme fanno UN desiderio, quindi me ne resta ancora uno, a scelta...) ; )

Kiara ha detto...

Che meraviglia... e che foto!!!!! STU-PEN-DE!!!!!!!!!

One Girl In The Kitchen ha detto...

Kiara.....ma GRA-ZI-E!!!! :)

Posta un commento