Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Torta ai Pistacchi e Olio di Oliva

lunedì 19 novembre 2012
Torta Vegan ai Pistacchi e Olio di Oliva

So don't be afraid to let them show
your true colors
true colors are beautiful
like a rainbow

~ Cindy Lauper, True Colors


Vegan cake, round two.
A questo punto direi quasi che è ufficiale, senza nemmeno farlo troppo apposta mi ritrovo a fare outing...
Alé! Vogliatemi bene uguale, perché sono sempre la stessa girlinthekitchen con l'animo un po' vintage e il blog appena appena scombinato. E niente panico, non pungo, e non sono cattiva. Solo diversamente nutrita, e massì, forse anche un tantino trasognata.
Con o senza tofu, continuo ad ascoltare musica, a litigare coi carciofi, e a innamorarmi di Robert De Niro dentro a una libreria di New York. Con o senza tofu, continuo a commuovermi senza contegno di fronte a una marmellata di arance nelle mattine d'inverno. Con o senza tofu, ho lo stesso cuore tenero io.
With vegan love, accettate una fetta di questa torta sofficiosa e fruttarella, e pace.
E se qualcuno vuole chiedermi perché, io gli dico solo perché no.


Pistacchi e Olio di Oliva


Torta ai Pistacchi e Olio di Oliva
per uno stampo di 24cm di diametro

pistacchi sgusciati e tostati, senza sale 85 gr
yogurt alla soia, naturale 140 gr
olio extra vergine di oliva 65 gr
zucchero di canna 150 gr
tofu seta 170 gr
farina 150 gr
bicarbonato di sodio 1/2 cucchiaino
lievito per dolci 1/2 cucchiaino
sale 1 pizzico
estratto di vaniglia 1 cucchiaino
Per la copertura
arancia bio 1
limone bio 1
zucchero di canna 100 gr
acqua 240 ml
Grand Marnier 60 ml
pistacchi tostati e tritati 40 gr
semi di melograno q.b.


Tritare i pistacchi nel mixer finché sono ridotti a farina, facendo però attenzione a non lavorarli troppo o rilasceranno l'olio. Tenerli da parte. In una larga ciotola, mescolare yogurt, tofu, zucchero, olio e vaniglia, e sbattere bene fino a quando il composto è omogeneo e senza grumi. Setacciare insieme farina, sale, lievito e bicarbonato, e unirli al composto di tofu. Mescolare bene, quindi unire la farina di pistacchi e incorporarla al resto.
Versare l'impasto nella teglia unta di olio e rivestita di carta forno sul fondo, infornare a 170 e cuocere per circa 30 o 40 minuti, finché uno stecchino infilato nel mezzo esce pulito. Lasciare raffreddare la torta su una grata.
Nel frattempo preparare la copertura. Lavare l'arancia e il limone (moi? meyer lemon, ça va sans dire...), tagliarli a metà e poi a fette di circa mezzo cm di spessore. Eliminare i semi, quindi metterle in una pentola insieme ad acqua, zucchero e liquore. Portare a bollore, abbassare la fiamma, coprire e far cuocere dolcemente per circa un'ora fino a che la frutta risulta molto tenera. Mettere il composto ottenuto nel mixer e frullare fino ad ottenere una crema densa. Spalmarla sulla superficie della torta ormai fredda, e completare con pistacchi tritati e semi di melograno.
So delicious and I mean it!

Pistacchi e Melograno

La ricetta viene da questo mio nuovo amico per la pelle, acquistato in un nanosecondo dopo averlo visto di sfuggita in una vetrina del centro (vedo, entro, voglio quello, pago, grazie, vado).
E se io e lui adesso dormiamo insieme, è anche merito di questa torta, sapevatelo.
w.v.<3


16 commenti
Anonimo ha detto...

aspetto da te dei cinnamon vegan allora.

One Girl In The Kitchen ha detto...

@anonimo caro: sara' difficile, nemmeno unvegan li facevo..... :D

Mela e Cannella ha detto...

Amo e adoro il tuo outing amo e adoro le tue foto amo e adoro il tuo essere amo e adoro te e amo e adoro il tuo nuovo amico ma ora io che ti regalo XD ♥

Stefania Orlando ha detto...

E aspettiamo le ricette del nuovo corso, allora! Che poi ho scoperto che ne diverse sul blog senza nemmeno saperlo...;-)

Le tue foto sono sempre un incanto.

Francesca ha detto...

TIAMoTIAMOTIAMO con tanti cuoricini. A ) perchè sei vegana (io sono vegetariana ma uova non le mangio praticamente più, e latte solo nello yogurt perchè mi piace) B) perchè sei forte C) perchè sei fuori (simpaticamente parlando eh) D) perchè sei Tu!

Katiuscia ha detto...

A me questo outing riempie di gioia <3
La torta è spettacolare, ma che te lo dico a fare ;-)

Peanut ha detto...

questa torta è adorabile,e personalmente questo outing non può che farmi piacere,tanto che abbiamo un amico in comune adesso :) (io per ora imtendo il tofu,ahimè) la cosa bella è che assolutamente rimaniamo sempre le stesse,mentre le persone pensano che tutto il nostro io sia assorbito e magari anche devitalizzato da questa scelta..ma quando mai! considerando come ho mangiato oggi alla mensa dell'università,una fettina di questa meravigliosa torta mi tirerebbe proprio su il morale! un abbraccio

One Girl In The Kitchen ha detto...

@marcello: e io amo e adoro te macchetelodicoafare?

@stefania: sto imparando, a dire il vero e' solo per i dolci che mi devo adattare, sul resto a parte poche eccezioni, ero praticamente vegan anche io senza saperlo!

@francesca: oddio, cosa ho fatto per meritarmi tanto amoreeee????? aiutoooo! forte non lo so, ma fuori sisisisi, la mia collega mi dice che son mental! e come darle torto?

@katiuscia: <3. sapevo che ti avrebbe fatto piacere. solo poco piu' di un mese ma so far so good. and it gets better....

Lens & anything Else ha detto...

Mammamia che bontà! Assolutamente la devo provare!

Alice Azabel ha detto...

Oh, finalmente! Sospettavo, ma mi faceva proprio brutto fare la domanda diretta, io che leggo sempre ma ora della fine non commento praticamente mai.
Ora anche questo dubbio è svanito :)
/si, lo so, un piattino di fatti miei potrei anche farmelo, ma è difficile non gioire quando qualcuno fa questo tipo di outing :))

One Girl In The Kitchen ha detto...

@peanut: parole sante! leggevo oggi questa frase, che è quello che cercherei di dire quando mi colpiscono con le classiche domande, e cioè che non si tratta di un sacrificio ma di una scelta che ti dà più gioia!

@lens and anything else: prova prova! è buona, morbida e leggera!

@alice: hai visto che exploit? sono contenta che ti sei fatta un piattino di fatti miei!!

l'albero della carambola ha detto...

Mi piace il tuo new deal. E parecchio. Perché le ricette vegane le adoro. Semplicemente. E questa tua torta ai pistacchi, posso dirlo?, è un capolavoro!
complimenti
simona

Lavinià -lafoodotheque.com ha detto...

stupenda!variazioni cromatiche eccellenti e sicuramente un ottimo spunto per i vegani. In bocca al lupo per la tua temeraria scelta!

Valeria ha detto...

Io ormai sono vegan a metà, l'altra metà è tutta per i latticini, ma di quelli ci campo in tutti i sensi. Hai ragione, perchè no? Meraviglia di dolce. Pace a te.

charlotte ha detto...

Buonissimaaa !!
complimenti per il blog :)

Francesca P. ha detto...

Io di solito litigo coi finocchi (ma ieri li ho abbastanza domati) e mi innamoro ogni volta dello Hugh Grant dagli occhi cerulei della libreria di "Nottingh Hill".
(ma solo perchè lascio a te De Niro)

Posta un commento