Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Fudgy Wudgy Raspberry Brownies

giovedì 1 novembre 2012
Fudgy Wudgy Vegan Raspberry Brownies

Felicità. Semplice come un bicchiere di cioccolata o tortuosa come il cuore. Amara. Dolce. Viva.
~ Joanne Harris, Chocolat


A volte capita che fai degli incontri un po' speciali. Te ne stai lì col naso all'insù, perso per le vie tortuose del tuo cuore, indaffarato a immaginare il cielo, al punto che in certi attimi ti sembra quasi di non trovare più il filo della tua matassa. Poi succede che un giorno, uno come un altro, col sole, la nebbia e forse un pizzico di pioggia, ti trovi in mezzo ad un incrocio, e con lo sguardo ancora nelle nuvole, inconsciamente prendi la sinistra. Ed è esattamente lì, all'uscita dalla curva, metà per caso e metà per gioco, che ci sbatti contro.
È uno come te, un'anima un po' gemella con la matassa tutta ingarbugliata, che gira a naso in sù e per non perdere il filo se ne sta aggrappato ai tuoi stessi fantasmi. In quell'istante, nella tenerezza di uno scontro sotto la pioggia, tu capisci perché hai dovuto girare a quell'incrocio, perché proprio quel percorso, perché quei riflessi negli specchi ti hanno portato fino a lì. All'improvviso, scambiandoti gli ombrelli, il tuo vagare acquista senso e ti sembra anzi quasi ovvio il motivo per cui per tanto tempo hai girato in tondo, e tutte quelle curve, e quelle distrazioni, e le colline senza cima, e le discese a notte fonda. Dentro di te la mappa di quel labirinto si fa un po' più illuminata, e scivolano via dalla memoria le infinite volte che ci hai litigato, con chiunque sia stato ad avertelo disegnato addosso.
Senza pensarci troppo, e con gli occhi ancora verso le nuvole, senti che l'unica cosa che sei tenuto a fare è allargare il cuore, nascondere un po' il tuo disordine, e fare spazio a chi come te a volte resta aggrovigliato sotto la pioggia. È all'uscita della curva, grazie a quello scontro inaspettato, che decidi di sederti un attimo, prendere fiato e rimandare per un giorno la lista delle cose da portare avanti. È un pomeriggio come un altro, col sole, la nebbia e forse un pizzico di pioggia, quel giorno in cui confrontate i vostri fili e organizzate un improbabile picnic, scambiandovi una fetta di torta e un panino alla marmellata.
E quando poi tu ricominci la tua corsa, come per magia ti senti più leggero, perché sai che la matassa è adesso un po' meno ingarbugliata.

Questi brownies dolceamari, pieni di crepe ma senza colpa, questi brownies teneri, rossi e graziosamente imperfetti nascono così, da uno scontro sotto la pioggia. Li dedico a tutte quelle persone un po' speciali che ti capitano fra le mani all'improvviso, e senza farlo apposta ti illuminano la strada.


Fudgy Wudgy Brownies Batter


Fudgy Wudgy Raspberry Brownies*
per una teglia rettangolare di 23x33cm


gocce di cioccolato semidolce 120 gr + 65 gr
marmellata di lamponi 280 gr
latte di soia 50 gr
zucchero di canna 150 gr
olio di semi 75 gr
farina 250 gr
cacao amaro 25 gr
estratto di mandorla 1/2 cucchiaino
estratto di vaniglia 2 cucchiaini
lievito per dolci 1/4 cucchiaino
bicarbonato di sodio 1/2 cucchiaino
sale 1 pizzico
lamponi freschi 150 gr

Fudgy Wudgy Raspberry Brownies Batter

Far fondere a bagnomaria 120 gr di gocce di cioccolato, e lasciare intiepidire. In una larga ciotola, mescolare la marmellata di lamponi con il latte di soia, lo zucchero, l'olio e gli estratti. Sbattere col mixer per qualche minuto finché il composto è omogeneo e senza grumi. A parte setacciare farina, cacao, lievito, bicarbonato e sale, e unire a mano all'impasto precedentemente preparato. Mescolare bene, quindi aggiungere il cioccolato fuso, le rimanenti gocce di cioccolato e da ultimo i lamponi freschi. L'impasto si presenta piuttosto denso.
Rovesciarlo nella teglia precedentemente unta di olio e spolverata di farina, e livellarlo con l'aiuto di una spatola. Non serve stenderlo fino ai quattro angoli della teglia, perché comunque si allargherà in cottura and everything will be OK. No worries.
Cuocere in forno a 165 per 45 minuti circa. Per un volta lasciate perdere la prova stecchino perché i brownies sono umidi e lo stecchino vi tradirebbe. Fidatevi solo del profumo.
Lasciare intiepidire, quindi tagliare i brownies in fette quadrate, assaggiare ed esclamare a pieni polmoni:

I CAN'T BELIEVE IT IS VEGAN!

Fudgy Wudgy Raspberry Brownies on Plate

*La ricetta l'ho adattata da Veganomicon, modificando leggermente le dosi di cioccolato e farina. Trattasi della mia ultima follia, su cui - temo - dovrò un giorno dare qualche spiegazione. Per ora vi prego accettateli così, questi brownies deliranti, rosseggianti e senza colpa.
With vegan love.


Tutto ciò di cui ho bisogno è amore. Ma un po' di cioccolata, ogni tanto, non fa male.
~ Charles M. Schulz

13 commenti
franci e vale ha detto...

Benedetti siano gli incontri inaspettati che ti illuminano la giornata!
Ci sono quelli che durano per sempre e quelli che bastano a schiarire il cielo in una giornata piovosa e quasi finiscono li, ma tutti ti allargano il cuore e danno un nuovo senso alla tua vita, anche solo un attimo......
Questi brownies sono un pò pazzerelli, ma non ce li faremo scappare!
Un bacio, mia cara, che questo sole risplenda per molto molto tempo....

Mela e Cannella ha detto...

E IO POSSO FINALMENTE PIANGERE SORRIDENDO :') ♥

rossella ha detto...

Grazie. Per il post, la ricetta e tutto.
Qui in Italia è festa oggi, ed io mi sono svegliata pigramente e pigramente ho aperto un libro a caso dalla libreria culinaria. Così, per schiarirmi le idee. "Al mercato con Hoanne Harris". Di quelli non alla moda, non smaglianti. Immagini belle, ma non "patinate", molto autentico, perfetto dal punto di vista delle ricette.
Poi ho acceso il pc, e visto il tuo post, e in qualche modo mi sono sentita così vicina... :)
E le foto son così belle che ora mi toccherà catapultarne una su Pinterest! ;)
Un bacio, ciao!

francescabi ha detto...

Mi piace vegan... vorrei arrivarci anche io, un giorno, con calma. E con calma, da dentro la mia (inestricabile?) matassa, mi rileggo il tuo post e.... mi piace!!!!!

Katiuscia ha detto...

Dare parole alla matassa del cuore è un dono, tu ce l'hai.
E i brownies sono deliziosamente perfetti.

Valentina ha detto...

ecco, di nuovo ti incontro in un pomeriggio di pioggia, che poi passa presto, in un raro giorno passato a fare quello che mi pare.
'fudgy wudgy', che in italiano ha il sapore di 'fuggi fuggi', di una corsa inaspettata, di una svolta dietro un angolo scelto per istinto, fidandosi, una volta tanto, solo del profumo...e tu per me sei un incontro inaspettato, a distanza di un oceano e un continente, una persona un po' speciale che m'illumina la strada. e che mi può capire, sempre, se ho bisogno d'amore e anche un po' di cioccolata.

One Girl In The Kitchen ha detto...

@franci e vale: benedetti gli incontri, davvero! io e' da un po' di tempo che sto cercando di riconoscere ed apprezzare tutti gli attimi luminosi che mi vengono regalati ogni giorno. e per fortuna e' una strada senza ritorno.
quanto ai brownies, si' si', sono pazzerelli, ma se per caso, un giorno, ne hai bisogno per te o per un ospite, prova e non te ne pentirai!

@marcello: tutto quello che dovevo dirti e' gia' scritto qua, lo sai <3

@rossella: prego, mi fa davvero tanto tanto piacere essere riuscita a risuonare col tuo cuore. E le tue parole diventano cosi' uno dei momenti che mi illumina la giornata.
Catapulta pure tutto quello che vuoi, posso solo ringraziarti!

@francescabi: io ci sono arrivata per gradi, non intendo a livello di alimentazione (li' ho solo preso e da un giorno all'altro mi sono svegliata vegan, o se non altro ci provo...), ma proprio a livello emotivo. e' un percorso che sto portando avanti da un anno e mezzo, a fatica ma con tante tante soddisfazioni. baci.

@katiuscia: uno dei piu' bei complimenti che mi abbiano mai fatto! :) TENKIU!

@valentina: a te che posso dire? sai gia' tutto di me! io ti capisco, sempre. poco alla volta. e sempre. <3

Averie @ Averie Cooks ha detto...

Gorgeous! Can't read this - but pinned it anyway :)

rossella ha detto...

@sara: ;)

journeycake ha detto...

Che meraviglioso intreccio di parole ed emozioni! Toccano il cuore e non sai se piangere ridendo o ridere piangendo. Le ho lette e ho avvertito un gran rimescolamento, pure emozioni. Grazie

Roberta Morasco ha detto...

Ciao!!..sono arrivata qui davvero per caso..cercando una ricetta..è bellissimo il tuo blog.
Ma sono sempre così 'intensi' i tuoi post?
Sono un po' rimescolata..ma felice.
Mi sono unita ai tuoi lettori..sennò mi perdo in questa immensa blogsfera...
A presto, Roberta
n.b. questa torta brownies 'fuggi-fuggi' la rincorro... ;-)

Ania ha detto...

Fantastico blog, fantastiche ricette (sopratutto quelle vegan ;D), ma sopratutto strepitosi brownies. Da quando sono diventata vegana non li ho più replicati e oggi che era il mio compleanno mi sono buttata e li ho provati. Deliziosi, un matrimonio perfetto quello tra il cioccolato e i lamponi. Veramente un successo, anche tra i più scettici (ossia il mio compagno che non mangia assolutamente un fico secco!)
Grazie per aver condiviso questa golosità con il mondo :D Continuerò a seguirti in attesa di nuove tentazioni per il mio palato. Un abbraccio

One Girl In The Kitchen ha detto...

Ciao Ania, grazie mille! Non sai che contenta che mi fai a sapere che i brownies hanno avuto successo. Anche io non ci potevo credere! I dolci sono credo la parte piu' difficile del cucinare vegan, almeno per me, ma sto imparando. Tutto si puo' fare....
In attesa di altre ricette per chi come noi... ti mando un abbraccio.
Sara

Posta un commento