Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Cake alle Mandorle con Arance Rosse e Olio di Oliva

martedì 22 febbraio 2011
Cake alle Mandorle con Arance Rosse e Olio di Oliva

Bhe, voglio dire... a casa mia sarà anche la Settimana dell'Agrume, ma un dolcetto non ci sta male nemmeno lui. L'idea mi è venuta leggendo qui (che a sua volta si rifà a questo articolo, di recente trasformatosi anche in tal prodotto cartaceo - e per i più curiosi, no, non l'ho comprato il libro, anzi non mi ci sono nemmeno avvicinata (oh bhe, una sbirciatina solo), perché per me la dining section del New York Times e le sue estensioni libresche vogliono dire solo ed esclusivamente Mark Bittman, ma su questo prometto che ritornerò presto, spero molto presto, visto che in questi giorni - agrumi a parte - sono in un vero trip con M.B. e mi sento in dovere di condividere...), ok, dove ero? ah, sì, la Citrus Week, la Settimana dell'Agrume. Giusto per farla un pochino meno salutare ho pensato di infilarci di nascosto questo cake. L'illuminazione mi è giunta per le vie dell'etere che vi ho mappato sopra, anche se poi la ricetta l'ho modificata adattandola ai miei gusti, e ho aggiunto le mandorle per renderla molto meno leggera e vitaminica. Oppure molto più energetica, prendetela come preferite. :-)


Cake alle Mandorle
con Arance Rosse e Olio di Oliva

per uno stampo da plumcake di 23 cm
farina 225 gr
mandorle 100 gr
zucchero 185 gr
uova 3
olio extravergine di oliva 125 ml
yogurt naturale 120 gr
arance rosse bio 3 grandi
lievito mezza bustina
estratto di mandorle 1/2 cucchiaino
sale 1 pizzico
burro e farina per la teglia q.b.


Grattuggiare la scorza delle arance e mescolarla allo zucchero, avendo cura di non rimuovere la parte bianca amara. Sarebbe meglio fare questa operazione con un po' di anticipo, per far sì che lo zucchero si impregni bene dell'aroma di arancia. In una ciotola mescolare farina setacciata, lievito e sale. Tostare le mandorle in forno per una decina di minuti, passarle al mixer per ridurle in polvere, e unirle alla farina. Tenere da parte.
Spremere il succo delle arance in modo da averne 125 gr (badate anche alla precisione con cui l'ho misurato... eh già, vita dura quella del foodblogger, mai che uno possa fare una tortina in assoluto relax!).
Sbattere le uova con lo zucchero profumato all'arancia finché il composto risulta piuttosto gonfio, unire l'essenza di mandorla, l'olio, lo yogurt e il succo d'arancia. Alla fine amalgamare farina e mandorle, mescolare bene, e versare nello stampo precedentemente imburrato e infarinato. Cuocere a 175 per circa 60-70 minuti, finché il classico stecchino infilzato esce bello pulito.
19 commenti
Katia ha detto...

Ma che ti e' preso con ste arance?! Hai iniziato a sfornare cake agli agrumi e addirittura metti due post in una settimana?! A me non fa quest'effetto la vitamina C, sicura di mangiare solo arance??! :)

fiammateresa ha detto...

Un dolcino ci và sempre bene!!! questo poi deve essere buonissimo!

FrancescaV ha detto...

hai ragione Sara, non si può stare in cucina senza stare troppo a formalizzarsi su pesi e misure chè poi sul blog partono a raffica le domande e non ci si ricorda ìle dosi esatte :-D Pure questo mi piace (e te pareva), pure il libro, e attenderò la tua condivisione su MB. Intanto una fettona del cake me la prenderei sicuro.

Lydia ha detto...

Posso ringraziarti per aver messo le dimensioni dello stampo?
Ora ti prego di non ridere e di non pensare male, le dimensioni sono importanti, quelle dello stampo, e non sempre nelle ricette vengono citate.
Giuro che non c'è un sottotesto

One Girl In The Kitchen ha detto...

@katia: to ho detto che il mercato del mio quartiere e' speciale, no?

@fiammateresa (ma che bel nome ti sei scelta): grasssie!

@francesca: guarda, al libro ho dato solo una sbirciatina, e' carino, ma niente di piu' (anche perche' poi le ricette le trovi sulla colonna del NY TImes). Invece Mark Bittman e' eccezionale, ma non tanto per le ricette, che sono molto semplici, e' proprio per il personaggio. Un amico ha tentato per un po' di anni di convertirmi a Bittman, e finalmente ci e' riuscito, proprio adesso che lui ha appena smesso di scrivere la sua decennale colonna The Minimalist!! Arrivo sempre tardi, io.

@Lydia: scherzi? Le misure sono importanti, eccome ;-)
Anche io noto subito se in una ricetta mancano le dimensioni dello stampo, anche perche' quando decido di provarla lo stesso, stai sicura che mi viene una ciofeca...o la torta viene troppo bassa, oppurel'impasto straborda, andando a bruciacchiarsi sul fondo del forno e facendo partire l'antincendio. Vita dura, quella dei foodblogger.

Simo ha detto...

Adoro le arance, le metterei ovunque!
Questo cake è superlativo, profumato e leggero!
Buona giornata

Anonimo ha detto...

Bellissima ricetta, grazie per averla condivisa!

kristel ha detto...

Che bella la foto. E sicuramene questo cake dai sentori agrumati é delizioso!!!

arabafelice ha detto...

Mi aggrego a Lydia nel ringraziarti per le misure dello stampo. Non averle mi procura una certa ansia alla prova!

Questo cake e' delizioso...e direi...energetico, non calorico ;-)

Daisy ha detto...

wow!allora questo e' chiaramente il dolce perfetto per me!!!!grazie!
baci

Le ricette dell'Amore Vero ha detto...

Che golosità questa foto!!! Mi verrebbe da mangiarla con gli occhi! Ricettina venuta benissimo, da provare! complimenti! :-D

l'albero della carambola ha detto...

Questa è una di quelle ricette che segno nel file di quelle da provare ASSOLUTAMENTE nel weekend, e gustare con calma con una bella spremuta d'arancia o un té...E che bella foto!
simo

Erica ha detto...

profumato e saporito, si vede anche dalla foto quanto dev'esser buono, complimenti :>

maia ha detto...

semplicemente perfetto!!

Barbara ha detto...

Mi accodo a chi ti ha ringraziato per i dettagli riguardanti le dimensioni dello stampo...evviva i foodblogger precisi!

B

Laura ha detto...

Sara, questa sembra una ricetta keeper, devo provarla.

Per aromatizzare velocemente lo zucchero con la scorza li puoi passare al food processor per alcuni minuti, cosi' da estrarre l'olio velocemente. Lo zucchero prende un colore bellissimo.

CIAO!

One Girl In The Kitchen ha detto...

@Laura: grazie mille della dritta! La terro' a mente, effettivamente e' molto meglio fare come dici tu.

P.S: senti ma, io poi non sono ancora stata da Anthony, se per caso ti fai un giro a SF nei prossimi mesi, fai un fischio!

Laura ha detto...

Sara, le prossime due o tre settimane sono di fuoco, ma l'ultima di Marzo si potrebbe andare volentierissimo!

simoff ha detto...

ciao! ho fatto il tuo cake ...squisito...! se ci riesco ci faccio un post e ti cito!!! ora vado a sbirciare qualche altra leccornia...

Posta un commento