Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Ricotta Fatta In Casa

martedì 23 febbraio 2010
Ricotta Fatta in Casa

Perdonate le licenze...ehm...poetiche.

[Segue Traduzione Italiana]
VINCENT: But you know what the funniest thing about Europe is?
JULES: What?
VINCENT: It's the little differences. A lotta the same shit we got here, they got there, but there they're a little different.
JULES: Examples?
VINCENT: Well, in Amsterdam, you can buy beer in a movie theatre. And I don't mean in a paper cup either. They give you a glass of beer, like in a bar. In Paris, you can buy beer at MacDonald's. Also, you know what they call a Quarter Pounder with Cheese in Paris?
JULES: They don't call it a Quarter Pounder with Cheese?
VINCENT: No, they got the metric system there, they wouldn't know what the fuck a Quarter Pounder is.
JULES: What'd they call it?
VINCENT: Royale with Cheese.
JULES: Royale with Cheese. What'd they call a Big Mac?
VINCENT: Big Mac's a Big Mac, but they call it Le Big Mac.
JULES: Le Big Mac. What do they call a Whopper?
VINCENT: I dunno, I didn't go into a Burger King. But you know what they put on french fries in Holland instead of ketchup?
JULES: What?
VINCENT: Mayonnaise.
JULES: Goddamn!
VINCENT: I seen 'em do it. And I don't mean a little bit on the side of the plate, they fuckin' drown 'em in that shit.
JULES: Uuccch!

[Versione Italiana]
VINCENT: Ma lo sai qual e’ la cosa piu’ divertente dell’Europa?
JULES: Qual e'?
VINCENT: Sono le piccolo differenze…Voglio dire, laggiu’ hanno la stessa merda che abbiamo noi, ma solo…solo che li’ e’ un po’ diversa.
JULES: E come?
VINCENT: Bhe, ecco, puoi entrare in un qualunque cinema di Amsterdam e comprarti una birra. E non sto parlando, che ne so, di un bicchiere di plastica, ma intendo un boccale di birra. E a Parigi, puoi comprare una birra da Mc Donald's. Sai come chiamano Un Quarto di Libbra con Formaggio a Parigi?
JULES: Non Un Quarto di Libbra con Formaggio?
VINCENT: Hanno il sistema metrico decimale, non sanno che cazzo sia un quarto di libbra.
JULES: E come lo chiamano?
VINCENT: Lo chiamano Royal con Formaggio.
JULES: Royal con Formaggio?
VINCENT: Gia'.
JULES: E come lo chiamano il Big Mac?
VINCENT: Bhe, il Big Mac e’ il Big Mac, ma lo chiamano Le Big Mac.
JULES: Le Big Mac? Ah ah ah…e come lo chiamano il Whopper?
VINCENT: Non lo so, non sono stato al Burger King. Sai cosa mettono sulle patatine in Olanda al posto del ketchup?
JULES: Cosa?
VINCENT: La maionese.
JULES: Bleah, che schifo!
VINCENT: Eh eh, gliel’ ho visto fare, amico. Cazzo, le affogano in quella merda gialla.
JULES: Bleah...

(J. Travolta & S. L. Jackson, Pulp Fiction, scena seconda; la versione italiana qui)

Ah, le piccole differenze. Che bello sarebbe un giorno poter andare a spasso con Vincent Vega e Jules Winnfield in quella vecchia Chevy in giro per Hollywood. Potremmo discutere per ore delle piccole differenze: le bibite ghiacciatissime, il burro salato, il caffe' nel bicchiere di plastica, il sandwich alla marmellata e burro di arachidi.
A tutto ci si puo' abituare, alla maionese con le patatine come al cappuccino triplo e senza schiuma (??). Ma la ricotta...ehm..., scusate ma su quella avrei qualche cosa da dire. La piccola differenza in questo caso diventa una voragine di gusto e cremosita'. Vincent, te lo giuro. Se Marsellus per caso ti rispedisce in Europa, sparati una dose di ricotta fresca, e poi ne riparliamo.
Io nel frattempo, in mancanza di meglio, mi consolo cosi'.


Ricotta Fatta in Casa
per circa 500 gr. di ricotta

latte fresco 2 litri
panna fresca da montare 1/2 cartoccio (120 ml circa)
aceto di vino bianco 5 cucchiai
sale un pizzico


A essere precisi, questa cosa non e' propriamente ricotta, dato che la ri-cotta (come dice il nome) dovrebbe ottenersi dalla seconda cottura del siero che rimane nella produzione del formaggio. Rimane il fatto che questa cosa e' davvero buona, ma soprattutto e' molto meglio di qualunque versione sia finora riuscita a trovare al supermercato.
In una larga pentola mescolare il latte con la panna, l'aceto e un pizzico di sale. Mettere sul fuoco a fiamma media e scaldare fino a che si raggiungono i 90-95 gradi (un termometro da cucina, ancora non ce l'avete?). Ci vorranno circa 40 minuti. Spegnere e lasciare riposare per circa 20 minuti nella stessa pentola, senza mai mescolare, in modo che il latte cagli e si rapprenda. Aiutandosi con un mestolo forato, trasferire delicatamente la ricotta in un colino a maglie fitte (meglio ancora se rivestito di garza) e lasciar scolare finche' raggiunge la consistenza desiderata. Aggiustare di sale e conservare in frigo.
25 commenti
Virginia ha detto...

Ma sai che con Lydia al mercato della terra stavamo per comprare un kit da formaggi?
Siamo state tentate perchè nella confezione c'era del caglio vegetale, contrariamente ai soliti cagli animali che si trovano in giro.
Tu con l'aceto l'hai fatta molto più semplice...e la foto parla da sola.

Lydia ha detto...

In questo periodo siamo in sintonia Saruzza.
Al mercato di cui sopra (leggi Virginia) ci hanno rubato sotto agli occhi uno splendido mascarpone, che ora ci tocca produrre in casa.
P.S:
Io la foto non la vedo però

luby ha detto...

anche io la faccio!
vuoi mettere la soddisfazione!!!!!
^_^
la faccio anche con il latte di soia!

Alem ha detto...

la ricotta fatta in casa.. proprio non ce la posso fare, ma la assaggerei volentieri.
Che buona che deve essere!

Io le patatine le mangio con la maionese...

Onde99 ha detto...

A questo punto non c'è dubbio: un termometro da cucina è l'acquisto più urgente a cui provvedere!

Ely ha detto...

che bell'aspetto latua ricottina e mi hai fatto pensare che ho ancora il kit per fare il formaggio in casa!!!!! vado a dare un'occhiata oggi pomeriggio e cerco una bella ricettina che delizia! ciao Ely

maia ha detto...

siete (tu, virginia e lydia) dei vulcani di idee!!

complimenti!!!

terry ha detto...

Ma che brava a farla in casa! bella idea....soprattutto se "ti tocca" perchè dove sei non trovi nulla di meglio!
:)
cmq bravissima!

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ah ah ha.. quanto mi fai ridere con questo dialogo.. però ti dico la verità se trovo gli strumenti e gli ambaradam provo a farle anch'io le riccottine.. baciotto

Laura ha detto...

Sara, non ho mai visto Pulp Fiction, non so perche'. La ricotta...non c'e' confronto, dopo aver provato varie case ho deciso di non mangiarla piu', per anni. Poi ho scoperto la ricetta di 101cookbooks e da qual momento la faccio in casa. La tua ricetta e' un po' diversa, acidificata con l'aceto.

E il mascarpone? L'hai provato a fare?

One Girl In The Kitchen ha detto...

@Virginia e Lydia: il kit dei formaggi no!!!!! Ma come faccio, lo voglio anche io, ma dove lo metto? Il mascarpone non avevo - fino ad oggi - mai pensato di poterlo fare in casa, adesso non ditemi che bisogna fare pure quello...

@Onde: il termometro io lo uso spesso quando faccio lo yogurt, su dai, e' piccolo e innocente : )

@Laura: pensa che anche io fino a un paio di anni fa non l'avevo mai visto, adesso e' uno dei miei film preferiti. Mi consolo che non sono l'unica ad avere la stessa opinione sulla ricotta che si trova in giro. Ho provato a farla anche con l'acido citrico, ma devo aver esagerato con la dose, era troppo acida. Non conosco la ricetta di 101cookbooks, vado
a sbirciare ...Il mascarpone ancora mi manca, e' che poi non so che farci, se non il tiramisu

A tutti, al posto dell'aceto si può usare succo di limone per acidificare. C'e' chi dice che l'aceto da' un sapore troppo forte, io non l'ho sentito. Ho usato semplice aceto di vino bianco, magari si può usare anchd quello di mele

Barbara ha detto...

Ciao Sara, questa pseudo ricotta la faccio spessissimo, e' buonissima, ma non l'ho mai fatta con la panna, solo con il latte. provero' la tua versione. Grazie per il bellissimo dialogo di Pulp Fiction, film che adoro!

Olivia ha detto...

Non solo non l'ho mai fatta ma non ho mai nemmeno pensato di poterla fare in casa, e pensare che la ricotta l'adoro.E poi è una vita che volevo comprare il termometrop da cucina!

Gaia ha detto...

wow,
ora ci tocca anche provare a caseare...
;-)

acquaviva ha detto...

Ti è venuta bellissima! Da noi in famiglia si è sempre fatta questa formaggina (a volte per non sprecare il latteappena scaduto...). Il nome dialettale è "zincarlin" e lo mangiamo miscelato a pepe, poco aglio, prezzemolo ed un filo di olio.
Se lo scoli molto bene, lo compatti e passi la superficie con sale puoi farla leggermente stagionare in frigo...

Anna Luisa e Fabio ha detto...

Sara, ti è venuta benissimo...devo resistere, devo resistere...^_^
Baci
Anna Luisa

salsadisapa ha detto...

infatti è una sorta di cagliata (ricca, vista la presenza della panna!) ma concordo con te: è eccezionalmente buona! inoltre permettimi di complimentarmi con te per aver citato uno dei passi preferiti di uno dei miei film preferiti ;-)))))))

salsadisapa ha detto...

ah dimenticavo, non so se già lo sai... se fai la cagliata di pura panna con un pizzico di zucchero, ottieni il mascarpone! se ti interessa chiedimi pure! :D

Vicky ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vicky ha detto...

Ciao, non per fare la puntigliosa, ma mezzo cartoccio di panna mi resta un pò vago.. quanta? :))) -- da quanto era sto cartoccio?? Grazie!!!

One Girl In The Kitchen ha detto...

Vicky, c'hai ragione! 'Sto cartoccio era da 236 ml (ah ah, mo' sono io la puntigliosa), quindi ho usato piu' o meno 120 ml.
Ho aggiornato il post.
grazie!

Lydia ha detto...

Secondo me ti tocca pure il mascarpone...

One Girl In The Kitchen ha detto...

Lydia, ci sto pensando, ma poi cosa ci faccio? Non mi dire tiramisu, che non sono in vena....

Vicky ha detto...

Col mascarpone anche una bella coppa con la frutta fresca!!! Monti mascarpone e panna e giù di fragole!!!! Oppure la "camy cream" di cui ho tanto sentito ma devo ancora provare! grazie x la nota della panna ;-)

Katia ha detto...

Girl in the kitchen, nei prossimi giorni mi preparo finalmente la ricotta fatta in casa :)
qui pero' non ho un termometro... fa lo stesso?
E il latte come deve essere? magro, intero?

Posta un commento