Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Sbriciolata di Ricotta e Amaretti

giovedì 25 febbraio 2010
Sbriciolata Ricotta e Amaretti

Se uno decide di farsi in casa uno scodellone di ricotta (o pseudo-ricotta, chiamatela come volete...), e' meglio che abbia pronto anche un piano d'azione per utilizzarla al meglio. E se per caso da due giorni a questa parte qualcuno di voi ha perso il sonno nel tentativo di indovinare che fine abbia fatto la mia produzione casereccia, ecco qui la risposta.
La ricetta e' di Elena di Giovanni, ed e' stata a lungo nella Hit Parade di CI. Credo anche che abbia fatto piu' di mille volte il giro della blogosfera, ma se per qualche strano motivo qualcuno ancora non la conoscesse, consiglio di correre subito in cucina e mettersi all'opera, ne vale davvero la pena. Anzi, adesso che ci penso, quasi quasi ci torno pure io...


Sbriciolata di Ricotta e Amaretti
per una tortiera di 25 cm di diametro

Per l'Impasto
farina 300 gr.
burro, a temperatura ambiente 100 gr.
uova 1
zucchero 100 gr.
lievito per dolci 1 bustina
vanillina 1 bustina
latte q.b.

Per il Ripieno
ricotta fresca 300 gr.
uova 1
zucchero 90 gr.
amaretti circa 20


Per il ripieno, mescolare la ricotta con l’uovo e lo zucchero, sbattere bene finche' si ottiene un composto fluido e omogeneo. Sbriciolare gli amaretti ed amalgamarli al ripieno. Coprire con della pellicola e tenere in frigo fino al momento di utilizzarlo.
Per l'impasto, mescolare la farina, il burro, l’uovo e lo zucchero finche' si formano delle grosse briciole. Unire il lievito e la vanillina e, se necessario, un paio di cucchiai di latte, che aiuteranno ad amalgamare il composto e a formare i bricioloni. Imburrare e infarinare la tortiera (io ho usato 4 stampini tondi piu' piccoli) e cospargere la base con circa meta' delle briciole, livellando lo strato con una leggera pressione delle mani. Spalmare su questa base la crema di ricotta, lasciando libero un bordo di circa 1 cm e 1/2. Ricoprire la crema col resto delle briciole. Cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare completamente, quindi spolverizzare la superficie di zucchero a velo prima di servire.
24 commenti
Lydia ha detto...

saruzza, mando subito il link alla mia sister, ne sarà felicissima!!!

One Girl In The Kitchen ha detto...

Si' si'...e ringraziala da parte mia, che' questa torta e' sempre un successone!

luby ha detto...

un genio, se-i-un-ge-nio!!!
l'associazione è stupendaaaa!!!!
troppo buona!^_^

La Titti ha detto...

Se passi dal mio blog c'è un premio che ti aspetta!

manuela e silvia ha detto...

Wow..ci piace questa idea per l'utilizzo della ricotta!!! dolcissima e golosa!! e morbidissima.
complimenti!
bacioni

Micaela ha detto...

Troppo buona la sbriciolata... non l'ho mai provata con gli amaretti ma già ne immagino il sapore!

terry ha detto...

Io non conoscevo questo dolce ma mi ispira proprio... amaretti e ricotta è un binomio favoloso!!!

Ale ha detto...

Ha tutti gli ingredienti chemi piacicono ! bellissima - Ale

Onde99 ha detto...

Pensa che io invece questa ricetta non la conoscevo e ti ringrazio di averla pubblicata, perché credo proprio che potrei adorarla!

felix, but not the cat ha detto...

buona si con gli amaretti! bella, bella.

Fra ha detto...

Bellissimo il post precedente. La citazione di Pulp Fiction mi ha fatto sbellicare dalle risate(adoro quel film, penso di averlo visto decine di volte) e la ricetta della ricotta fatta in casa mi ha davvero intrigata. Poi quando ho visto questa torta ho quasi rischiato di svenire. Ebbene sì, sono una di quelle che che non conosceva questa ricetta, ma mi sa che ci metterò davvero poco a sperimentare ;)
Un bacione e buona giornata
fra

Eledigi ha detto...

Oh grazie, che onore infinito.
L'ho rifatta proprio qualche giorno fa, questa torta.
Luby, il genio sono io, anzi no! Il genio è mia zia Maria, che quasi vent'anni fa mi invitò nella sua cucina, mi diede in mano un frullino e mi mise al lavoro con lei. A questa torta. Che ho rifatto in mille modi, che ha dominato hit parade virtuali per mesi pur essendo l'emblema della semplicità.
Un bacio a tutti e un grazie a Sara. Doppio, visto che ci sono. Uno normale e uno alla ricotta e amaretti. :-)

Ely ha detto...

ohhh che meravigliaaaa! e quel piccolo stampino di alluminio? delizioso! ciao Ely

Alex ha detto...

Buona davvero. Fatta secoli fa. Complimenti per il "ricottone" home-made!!

Barbara ha detto...

Buona buonissima, fatta più volte e sempre apprezzata, e la tua foto così bella che la fa onore!

Un abbraccio anche ad Elena,
B

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ero tra quelli che ancora non conoscevano la ricetta! Mi piace molto soprattutto perchè posso farla monoporzione, grazie ;)

Babs ha detto...

nooooo.... finiti gli amaretti ieri sera, dentro una crema di zucca..... accidenti, devo comprarli ancora!
ciao sara :-)

Virginia ha detto...

Sai che io non l'ho mai fatta ( adire il vero non ho mai fatto nemmeno la caprese di Lyida e un sacco di altri tormentoni)??
Che svergognata...vado a nascondermi...

Chiara ha detto...

che meraviglia!!
le foto sono splendide e il dolce delizioso!!!
complimenti per il blog, è bellissimo!!!!
a presto

Federica ha detto...

eh questa è strepitosa!!complimenti!

Elga ha detto...

Cavolo questo dolce è allettante al massimo! Vado a leggermi anche il post sotto per la ricotta fatta in casa!

Diletta ha detto...

Che bella!
Ma anche io mai fatta....devo assolutamente provarla!!!

Un sorriso sbriciolato (nel vero senso della parola...sono kaput!)

D.

Dodò ha detto...

anch'io ho della ricotta homemade da smaltire! vado subito a impastare!

Katia ha detto...

Tipo questa, divento matta? Pensi che farei fatica a sformarla se la cuocessi un una teglia da circa 20-25 cm? Per essere safe potrei anche cambiare la base con una frolla molto delicata e poi mantenere ripieno e topping uguale, tu che ne pensi?
In sostanza vorrei fare una torta usando la ricotta, ma sulla pastiera rimango ad esempio perplessa.
Attendo consigli via email, baci.

Posta un commento