Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Aglio al Forno

giovedì 15 luglio 2010
Aglio al Forno

Ieri pomodoro, oggi aglio (...e che dite, domani basilico?). Ieri ho scomodato Neruda, oggi vi beccate la sottoscritta. Pero' niente paura, non vi appioppero' nessuna Ode all'aglio da me composta, anche perche', diciamo la verita', non sono esattamente una grande fan del suddetto. Per intenderci, locali come The Stinking Rose (Rosa Puzzolente...!!), coi loro pezzi forti quali il martini all'aglio o il gelato all'aglio, a me fanno un po' paura. Che volete che ci faccia?

Eppure anche l'aglio, di solito cosi' duro, pungente e anche un po' pestilenziale, in fondo in fondo ha un'anima cremosa, morbida e dolcissima. Basta saperlo prendere per il verso giusto, e vedrete che anche se e' arrabbiato nero, si potra' mettere a tacere.


Aglio al Forno

teste di aglio intere q.b.
olio, sale, pepe, timo fresco q.b.
brodo vegetale se necessario, per bagnare


Incidere le teste di aglio eliminando la calotta superiore a circa 1 cm dall'estremita', ma senza separare gli spicchi. Disporle in una teglia da forno e condire con sale, pepe, foglie di timo fresco e un giro d'olio. Cuocere a 175 per circa 45-60 minuti, finche' l'aglio diventa tenero. Se dovesse scurire troppo in fretta, coprire con un foglio di alluminio. Se necessario, bagnare il fondo con un po' di brodo perche' non attacchi.
Una volta cotti, gli spicchi vanno schiacciati a uno a uno e ne uscira' una crema dolce e del tutto innocua. E' ottima come antipasto, spalmata su dei crostini di pane insieme a una fetta di brie o altro formaggio a pasta morbida.
E se poi vi ritrovate a mangiare una testa d'aglio intera, non dite che non vi avevo avvertito.
14 commenti
Ale ha detto...

GRAZIE !!!! non sapevo questo trucchetto per addomesticare il sapore dell'aglio, appena potrò riaccendere il forno provo ! a presto, Ale

Blueberry ha detto...

Non ce la posso fare...io purtroppo l'aglio non lo digerisco :( eppure mi piace un sacco il suo sapore! Che vita grama... :)

acquaviva ha detto...

la crema di aglio al forno è uno dei sapori più insospettabili che si possano ricavare dal discusso bulbo. A me piace tanto anche sulla carne. Non l'ho mai provata con il timo in cottura, adesso ci provo. Be'... adesso... magari quando ritroverò il coraggio di accendere il forno!

Bosina ha detto...

Da fare assolutamente! Ma che tradizione ha? Perché mio cognato - genovese -l'ha preparata tempo fa. Però deve avere sbagliato qualcosa... :)

Lydia ha detto...

Accidenti Sara, non riesco ad immaginare il sapore, lo devo provare assolutamente.

Mò ti tocca l'ode alla cipolla

Katia ha detto...

Ma l'effetto pestilenziale e' davvero scampato?? Me lo assicuri? L'aglio mi piace moltissimo ma lo evito con cura per ovvi motivi...
Un bacione :)

Patricia ha detto...

Io adoro il sapore e l'odore dell'aglio, com'è possibile che questa cremina non mi sia mai venuta in mente!!!??? si può conservare in un barattolo secondo te, magari con un po' d'olio sopra?
Buon WE:)
Patricia

k@tia ha detto...

l'avevo visto fare da Nigella insieme alle patate al forno e mi ispirava un sacco!!! chissà magari provo!!

MMM ha detto...

le tue foto son spettacolari e comlimenti per il blog! siamo tue follower, non potevamo certo resistere alle tue supe ricette!
se ti va passa da
www.modemuffins.blogspot.com
baci!

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ok sarà pestilenziale, ma come si farebbe senza l'aglietto sopra la bruschetta e anche nelle patate arrosto???e noooo ehhh quando c'è vo c'è vo... :D
quindi perchè no provarlo in questo modo... proverò visto che dopo tutto é anche un antibiotico naturale... bacio

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ok sarà pestilenziale, ma come si farebbe senza l'aglietto sopra la bruschetta e anche nelle patate arrosto???e noooo ehhh quando c'è vo c'è vo... :D
quindi perchè no provarlo in questo modo... proverò visto che dopo tutto é anche un antibiotico naturale... bacio

Marta ha detto...

ma quindi dopo non si "rinfaccia"??? ottimo direi!

giulia ha detto...

Ci ho provato ma l'aglio si è carbonizzato anche con l'alluminio sopra... avevo messo il forno a 180°C (perchè non si può mettere a 175) per 50 min.

Sono un disastro in cucina? :)

Bellissimo blog, è un piacere leggerti.

One Girl In The Kitchen ha detto...

Giulia, mi dispiace, non so che dire, io l'ho fatto piu' di una volta e non ho mai avuto questo problema. Magari riprova con temperatura piu' bassa, tipo 150, lasciandolo andare piu' a lungo.

Posta un commento