Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Patate Americane Profumate alla Cannella

giovedì 12 novembre 2009
Patate Americane con Cranberries e Cannella

Spiegatemi una cosa: com'e' che uno compra lo sciroppo d'acero per fare i pancakes, e i cranberries per fare dei muffins, e invece dalla cucina escono queste patate? E com'e' che ancora prima che le patate escano dal forno, altre ricette si sono intrufolate nella mia tabella di marcia, facendo scivolare muffins e pancakes sempre piu' giu'?
Come' e' dura la vita dei foodbloggers...


Patate Americane
al Profumo di Cannella

per due

patate americane dolci 1 grande o 2 piu' piccole
cannella, noce moscata, zenzero fresco grattuggiato, sale, pepe, olio di oliva, rosmarino fresco q.b.
cranberries 1 manciata
sciroppo d'acero 1 cucchiaio
senape di Digione 1 cucchiaino
aceto balsamico 2-3 cucchiai


Pelare le patate e tagliarle a spicchi. Mescolarle con un cucchiaio di olio, sale, pepe, cannella, noce moscata, zenzero e aghi di rosmarino. Metterle in una teglia rivestita di carta forno e cuocere a 220 per circa 30 minuti o finche' le patate sono morbide. Intanto mescolare lo sciroppo d'acero con l'aceto balsamico e la senape e unire un altro cucchiaio di olio. Versare la salsa ottenuta sopra le patate, unire i cranberries e mescolare. Infornare per altri 5 minuti e servire.
14 commenti
Alex ha detto...

Vita durissima!!!Succede sempre anche a me di partire con un'idea, procurarmi gli ingredienti e poi fare altro. Ma è anche questo il bello....cambiare,stravolgere, reinventare...
Belle le patate..un modo nuovo per farle e moooolto saporito!!!Baci

Virginia ha detto...

Durissima, cara mia, durissima!
Io non amo nè le patatate americane nè la cannella, ma per te potrei anche fare un tentativo...(possibile che adori tutto quello che fai?)

Diletta ha detto...

Durissima anche starvi dietro...io son sempre qui che arranco!!! :)
Un sorriso indietro,
D.

Genny G. ha detto...

e è una fatica....vedi le ricette produci..poi se vedo delel cose fantastiche come quelle che trovo qui!

alessandra (raravis) ha detto...

Presumo si tratti di un'epidemia.E mentre aspettiamo il vaccino ci godiamo ciò che passa il convento (e speriamo che il vaccino non arrivi, se i risultati son questi)
P.S. piatto preferito della creatura, senza cramberries nè sciroppo d'acero. il primo è in dispenza, ma al posto dei cramerries cosa ci metto??????)
ciao
ae

Fra ha detto...

una vita durissima, per non parlare poi di quella dei nostri conviventi costretti a sorbirsi improvvise variazioni di menù!!!...dai però alla fine è il risultato che conta e queste patate hanno un aspetto sublime!
Un bacione
fra

Annetta ha detto...

Complimenti per il blog! Lo leggo da quando è nato ma è la prima volta che ti scrivo. Una sola domanda a proposito della ricetta di oggi. Hai usato cranberries secchi o freschi?
Anna

acquaviva ha detto...

Vita dura resistere alle più ardue tentazioni: ritrovarsi a preparare cose diverse dal previsto, incontrare un ingrediente in frigo ed illuminarsi di idee, vedere ricette altrui su libri, giornali, blog o TV e sentire l'irrefrenabile tentazione di... cambiare qualcosa, cenare ad un ristorante e rompere le scatole a tutti icamerieri fino a che non esce il cuoco a spiegarti quel dettglio ineguagliabile!
Però ad essere sinceri la nostra vita era già così ancora prima di aprire un blog. Avevamo il destino segnato: inutile combatterlo!

One Girl In The Kitchen ha detto...

Ale, puoi fare a meno dei cranberries, potresti aggiungere delle noci (pecan sarebbe meglio) tritate..

Annetta, ciao! Ho usato cranberries secchi, ma dato che adesso sono di stagione, potresti usare quelli freschi, facendoli cuocere insieme alle patate fin dall'inizio. Una curiosita', vivi negli USA?

Babs ha detto...

ciao one girl, sono babs, ho cercato nel tuo blog un indirizzo mail per poterti scrivere due righe in privato ma nn trovo.... (o sono io accecata!) volevo dirti che martedì, per la prima uscita della mia ribrica "chi va al mulino s'infarina" parlerò delle stecche di Jim. provate, fotografate, mangiate.... sono talmente perfette che meritano la citazione (feed back, citazioni a gogo, nessun tentativo di appropriarmi di una ricetta che non è mia) spero ti faccia piacere, se ti va passa a trovarmi!
sul blog c'è il mio indirizzo mail se vuoi scrivermi.
ciao

Barbars

Annetta ha detto...

Ciao, Une girl. Non vivo negli USA, ma ci vengo abbastanza spesso per lavoro (California) e per diporto (East Coast). Ottimo che siano cranberries secchi: ne ho portato un pacco enorme dal Maine questa estate - sfidando la security - ma mi ero stufata di fare muffins e mangiarli con yogurt e granola! Anna

Valentina ha detto...

Ciao, sono nuova. Complimenti per il blog, è davvero bello e interessante. Non ho mai assaggiato le patate americane, questa ricetta mi incuriosisce. Grazie a presto

One Girl In The Kitchen ha detto...

@Annetta, se mai capiti per SF, fai in fischio! E che bel lavoro che deve essere il tuo!

@Valentina, grazie e benvenuta. Le patate americane sono dolci e si usano spesso anche per fare delle pies. A me piacciono un sacco, non so se si trovano facilmente in Italia

Barbara ha detto...

Appena lasciato un commento alle stecche, e rieccomi. Quanto mi piace questo abbinamento di sapori, ottimo. Ho scoperto la ricetta dei casunziei,che meraviglia e che regalo ci hai fatto con la ricetta della tua nonna, e scopro anche che sei di Cortina, la mia infanzia, le vacanze, le ho sempre trascorse li', quanti ricordi. la mia migliore amica, poi...... Non ti sto ad annoiare con nomi e persone, ne parleremo. Un abbraccio

Posta un commento