Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Baci di Dama

venerdì 1 gennaio 2010
Baci di Dama

I baci di dama sono deliziosi, cosi' piccoli, eleganti e profumati. Ma tanto seducenti quanto ingannatori. Spatasciarsi nel forno e' il loro mestiere, non importa quanto si presentino ordinati, rotondi e perfetti in teglia. E voi, che illusi! Li avete perfino misurati con lo scavino per la frutta, in modo da averli tutti uguali, credevate di aver dato loro una forma impeccabile, lavorandoli con amore tra le mani mentre vi concentravate sulla rotondita' perfetta del sole, di un balocco natalizio o di una ciliegia.

E il profumo! Meschino pure lui. Un intenso aroma di nocciola si sparge per casa, non lascia intuire nulla, perfino i vicini allertano i sensi tanto e' buono. Si', mi sa che e' proprio ora di aprire il forno. AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH! Urlo di disperazione, capelli dritti, sguardo incredulo. Basta... mi licenzio....Si', domani la girl chiude la sua kitchen e va a fare l'eremita in Alaska, per una nuova decade all'insegna del blog-free.
Il bacio di dama, quello stesso a cui avete dedicato l'ultimo pomeriggio culinario del 2009, e' diventato uno strato unico e informe, una gigante piattaforma al sapore di nocciola che insieme al biscotto schiaccia via anche tutti i vostri sogni di gloria. E ora che faccio con questo enorme bacione e tutta quella Simil Nutella? Una larga pizza piatta e nocciolosa ricoperta di cioccolato? Un disco volante mandorlato? Una sbrisolona new-age? No, l'Alaska mi sembra l'opzione migliore. Anno nuovo, vita nuova.

Ma come volevasi dimostrare, per fortuna anche quest anno i buoni propositi svaniscono in fretta, stavolta addirittura gia' all'alba del primo gennaio. Anno nuovo, stesso tran-tran di sempre. Fare stretching, preparare meno biscotti, arrivare puntuale, non dire parolacce, andare a dormire presto, fare yoga e bere 2 litri di acqua al giorno: ma chi pensate di ingannare? Per me, nulla e' cambiato: oggi ho saltato la lezione di yoga per rifare i baci di dama, ho inveito parole irripetibili contro il forno in modo che non si sognasse di fare brutti scherzi, ho perso l'autobus e di sicuro andro' a dormire alle 4 di mattina per pubblicare questo post, sono arrivata in ritardo a cena perche' dovevo fotografare i malefici prima di regalarli, ho bevuto la solita tazza di caffe' senza fondo da Starbucks e una mezza sorsata di acqua in tutto il giorno e ho rinunciato all'Alaska. Fa troppo freddo.

E allora che sia un 2010 pieno delle cose di sempre, tutte quelle che riempiono la giornata di rosa, il profumo delle nocciole in forno, la telefonata di un'amica, una canzone dei Beatles, il pane con la marmellata, la domenica al cinema, una gita in campagna, la neve fresca, i saldi di fine stagione, i baci delle vostre dame eleganti o dei vostri cavalieri profumati, a seconda dei gusti. Amen.


Baci di Dama
per circa 40-50 biscotti

nocciole 100 gr.
mandorle 100 gr.
burro 200 gr.
farina 200 gr.
zucchero 160 gr.
tuorlo d'uovo 1
sale 1 pizzico
cioccolato fondente per farcire q.b.


Tostare le mandorle e le nocciole in forno. Lasciarle raffreddare, poi cercare di eliminare il piu' possibile la pellicina che le ricopre. Tritarle finemente nel mixer insieme a un po' di zucchero tolto dalla quantita' totale, per evitare che rilascino l'olio.
Impastare il burro freddo con lo zucchero, unire la farina, la farina di mandorle e nocciole, il tuorlo e il sale e lavorare l'impasto velocemente finche' si amalgama perfettamente. Formare una palla, coprire con pellicola e lasciare riposare in frigo per qualche ora (si mantiene anche per un paio di giorni).
Trascorso il tempo necessario, prelevare l'impasto dal frigo e formare delle palline grandi piu' o meno come una ciliegia, disporle leggermente distanziate su una teglia rivestita di carta forno. Per evitare i rischi di spatasciamento del bacio di dama al momento della cottura, una volta formate le palline, si possono far riposare in frigo per un'altra mezz'ora in modo che siano belle fredde al momento di infornare.
Cuocere a temperatura medio-bassa (100-130) per circa 20 o 30 minuti. La temperatura e la durata della cottura variano a seconda del forno. E' preferibile mantenere un calore medio-basso (pena lo spatasciamento) e controllare ogni dieci minuti. Sono pronti quando iniziano a fare delle crepe in superficie. Appena sfornati sono molto delicati e friabili, per questo e' consigliabile lasciarli raffreddare completamente nella teglia prima di maneggiarli.
Per la farcitura, sciogliere a bagnomaria del cioccolato fondente e usarlo per attaccare i biscotti a due a due. Io li ho farciti con la Simil Nutella al cioccolato fondente (si vabbe', ho postato quella al latte, ma in verita' ne ho fatte due versioni, cosi' adesso mi ritrovo con 4 barattoli di crema al cioccolato...!!).
Piccola parentesi: i baci di dama si possono fare anche con sole nocciole o solo mandorle, oppure si puo' unire del cacao all'impasto e magari farcirli con cioccolato bianco. Gli ingredienti principali - burro, nocciole, farina e zucchero - andrebbero usati nella medesima quantita', io ho messo meno zucchero perche' mi piacciono un po' meno dolci.
16 commenti
terry ha detto...

A quanto pare chi la dura la vince!!!
sono davvero belli ed eleganti...e chissà che buoni!!!

bellissime foto!!!

Terry

fiOrdivanilla ha detto...

Gran bel post, mi hai fatto sorridere :)
alla fin fine... sono proprio perfetti direi!

ma toglimi una curiosità, come mai secondo te si sono spatasciati? :)

Genny G. ha detto...

grazie!Un paio per colazione:De..buon anno!

One Girl In The Kitchen ha detto...

Grazie!
Si sono spatasciati perche' il forno era troppo caldo. Nel dubbio, e' meglio tenere la temperatura più bassa e farci cuocere più a lungo, controllando spesso. Altro barbatrucco e' quello di far riposare i biscotti gia' formati in frigo in modo che siano ben freddi al momento di cuocere
essendo un impasto ricco di burro, questo si può sciogliere in forno se non si fa attenzione

fantasie ha detto...

Anche a me è capitata la stessa cosa con un impasto di biscotti diverso... ma all'Alaska non avevo pensato... io però non li ho più rifatti... altrimenti poi mi tocca andare in Alaska!

fiOrdivanilla ha detto...

opppure infornarli a forno freddo e portarli così pian piano a temperatura.. :)

marijena ha detto...

haha! lettura spassosa :-)
buon anno a te e buoni baci di dama a tutti!

kristel ha detto...

Bello questo post, mi ha fatto ridere. Buon anno anche a te!!

Michela ha detto...

beh, mi consolo...dall'università in poi qualsiasi tentativo di rifare i biscotti con le gocce di cioccolata è naufragato nello stesso effetto...aspetto di mangiarli da te!

Patrizia (melagranata) ha detto...

E' successo anche a me, tanti anni fa..mai più rifatti dolci! (Li ho sfornati salati tante volte, con forno bassissimissimo e pochi minuti di cottura)
Non dall' Alaska, ma da una Cortina un po' freddina :) ti mando mille auguri di Buonissimo Anno!
Patrizia

Alex ha detto...

La prima volta (secoli fa) mi erano venuti perfetti....le volte successive ..insomma...sono biscotti ingannatori!!! ti aspettano dietro l'angolo per fregarti!! complimenti per la pazienza e la cocciutaggine nel volerli rifare!!!

Vicky ha detto...

Si si, ma che Alaska, resta qui a darci altri suggerimenti deliziosi come questo.. :-)
Buon anno!

Vlad ha detto...

incredibilmente gustoso!

Gialla ha detto...

Cercando una ricetta per i cansunzei ho trovato il tuo blog: simpaticissimo. Quando poi ho letto che fra le cose che riempiono una giornata c'è una canzone dei Beatles, mi hai fatto venir voglia di aprire un blog: non so cosa ci scriverò e non ho idea di come impostarlo, ma ...non si sa mai!
;-)

Anonimo ha detto...

sei troppo simpatica!
Beba, Milano

Francesca P. ha detto...

Io continuo a surfare dentro i tuoi post, sappilo. E un pò sorrido, un pò penso, un pò ricordo, un pò volo, un pò mi perdo, un pò annuisco, un pò sospiro, un pò leggo e basta per il piacere di farlo, un pò mi diverto, un pò mi viene voglia di cimentarmi con la sbrisolona new age...

Posta un commento