Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Insalata di Zucchine Novelle

venerdì 21 maggio 2010
Insalata di Zucchine Novelle

Si stava meglio quando si stava peggio.
(Proverbio cinese, XXI secolo ca.)

Un giorno accade l’inevitabile: la connessione a internet ti si guasta senza motivo, il mondo sembra crollarti addosso tutto in una volta e la tua logica esistenziale viene messa a dura prova. L’onda elettromagnetica su cui la tua vita cavalcava imperterrita e sicura e’ andata improvvisamente a infrangersi contro qualche cyberscoglio inaspettato. Cerchi di ripeterti che non c’e’ nulla di tragico, e’ solo un ritorno alla preistoria, eppure come e’ che ti senti cosi’ male?

Inizia a farsi strada l’idea di un futuro buio, freddo e silenzioso, un lento viaggio verso l’ignoto senza piu’ il sottofondo costante della tua radio lontana, un mondo in cui le amicizie non si possono piu’ rifiutare o confermare semplicemente premendo il tasto Invio, in cui non ci sono piu’ gatti che suonano il pianoforte o girano per casa a bordo di un aspirapolvere. Ti chiedi se la vita sara’ piu’ la stessa senza quegli incontri imbarazzanti su chatroulette, senza l’obbligo di aggiornare lo status su mille fronti e senza il conforto settimanale delle mail di Sacks, Apple e Abercrombie, che come vecchi amici ti chiamano per nome e sembrano conoscere ogni tua debolezza. All’improvviso ti senti prendere dal panico perche’ non ricordi piu’ come si fa a comprare il biglietto per il cinema, a sfogliare il giornale e a consultare la rubrica telefonica.

Ti fai coraggio, e decidi che la miglior cura per questo stato d’ansia e’ andare al mercato, rigorosamente a piedi, e lasciarsi sedurre dalle zucchine del momento. Nude e crude, come natura le ha fatte. Due pomodori, un filo d’olio e qualche scaglia di parmigiano, ed ecco che il mondo ritorna a girare per il verso giusto.

P.S: dimenticavo. Basilico, menta oppure origano: scegliete la vostra erba. Le zucchine ve ne saranno grate.
6 commenti
Ely ha detto...

ti capisco questo stato di frustazione mi capita ad ogni anno a fine giugno quando con tutta la famiglia mi trasferisco nella casa di campagna e per due mesi niente pc e niente internet perchè non abbiamo il telefono e l'adsl non arriva... ma alla fine mi disintossico e stò meglio :-))) splendide zucchine fresche e saporite!

Daisy ha detto...

Quanto e' vero quanto dici..ormai siamo dipendenti da internet in tutto e per tutto..senza ci sentiamo persi anche quando,magari, annoiati, sfogliamo le pagine del web sbadigliando e non concentrandosi su nulla..
l'idea di andrsene al mercato e dedicarsi alle piccole cosedi tutti i giorni e' la miglior medicina del mondo...
certo che siamo proprio schiavi di tutta questa tecnologia!
un abbraccio,
de

colombina ha detto...

... dillo a me... una settimana senza connessione e mi sentivo fuori dal mondo!!!! Bellissima la tua ricettina, brava

lagaietta ha detto...

ahahahah fantastica!!!
io ho anche victoria's secrets come grande amica di penna!!!
cmq si un giorno senza internet sembra una settimana! quando ho cambiato casa ho dovuto affidare la mia esistenza virtuale ad una misera chiavetta usb con cui la connessione era più lenta che se avessi messo due criceti a girare sulla ruota! poi grazie al cielo + tornata la fibra e mi sono sentita viva di nuovo!
= )
esagero? si ma c'è un fondo di verità

daniela ha detto...

bravissima, descrizione azzeccata.... Mi hai messo di buon umore e di prima mattina è un dono raro! grazie mille (e ottime anche le zucchine)!!!
Dani

Genny G. ha detto...

qui si trovano sempre tripudi di colori :D

Posta un commento