Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Labna

venerdì 4 settembre 2009
Labna

Era da un sacco di tempo che volevo provare a fare questo formaggio libanese. Niente di nuovo sotto il sole, anche queste polpette di yogurt girano da parecchio per la blogosfera, e prima di me le hanno fatte, fotografate, mangiate e decantate Sigrid, Virginia e ChicaJo, per fare qualche esempio.

Credo sia inutile che vi racconti i motivi per cui questo labna (o lubneh) mi ha conquistata all'istante, ma siccome qualche lettore disattento si stara' di sicuro strappando i capelli dalla curiosita', e siccome sono anche una girl molto gentile, ve lo rispiego. Innanzitutto io ci vado a nozze con i formaggi freschi, e mi piacciono tantissimo tutti quelli bianchi, soffici e cremosi. E poi, siccome oltre ad essere una girl molto ma molto gentile, sono anche un po' pigra, ho una certa predilezione per le ricette-non-ricette, quelle che richiedono pochissimi ingredienti e nessuna fatica, ma che riscuotono sempre grande successo. E' cosi' bello quando l'amico incredulo ti chiede Ma l'hai fatto tu questo?? e tu puoi tranquillamente uscire allo scoperto e confessare che in realta' non ci vuole un granche'. E non importa con quanto impegno tu provi a convincerlo che Davvero, e' facilISSIMO, puoi stare bello sereno perche' tanto nessuno ti credera' mai...

Ma in fondo, siccome sono pur sempre una Girl In The Kitchen, ho pensato che per fare questo labna dovevo prenderla un po' piu' alla larga. E cosi', invece che dallo yogurt sono partita dal latte, da cui ho fatto lo yogurt, da cui poi ho fatto il labna. Tuttavia, se fossi una girl un tantino piu' seria, avrei fatto a mano anche il pane pita da usare come accompagnamento, ma ho deciso di lasciarlo alla prossima puntata : )


Labna

yogurt (meglio se tipo greco) 1 litro
sale 2 cucchiaini
spezie a piacere (timo, semi di sesamo, origano, pepe, sumac)
olio extravergine di oliva


Mescolare lo yogurt con il sale e metterlo dentro a una garza o a un tessuto non troppo fitto. Se le maglie della garza sono troppo lente, farne uno strato doppio. Raccogliere i quattro angoli e legarli fra loro per formare una specie di fagotto. Sospendere la garza con lo yogurt sopra una ciotola e metterla a sgocciolare in frigo. Lasciarla cosi' da un minimo di 24 ore fino a un massimo di tre giorni, dipende un po' dalla densita' dello yogurt di partenza e dalla consistenza che desiderate dare al formaggio.
Slegate il tessuto, raccogliete il labna e formate con esso delle piccole polpette. Conditele con un mix di spezie a vostra scelta e un filo di olio e servitele con pane pita appena riscaldato.
6 commenti
alessandra (raravis) ha detto...

tanto per dare un senso alla tua giornata ;-), io ero fra quelle che si strappavano i capelli, prima di arrivare alla fine del post. 'Gnuranza assoluta in materia, giuro. Ora, ovviamente, mi dò tempo 24 ore prima che spuntino tutti i sintomi da "scimmia da labna", yogurt fatto in casa compreso. Se poi non mi piacciono, saprò con chi prendermela ;-)
buon fine settimana
ale

Cappuccetto Rosso ha detto...

Ale, so che tu e i fermenti non andate d'accordo. Please don't!!!!
Oppure mandami uno scudo in anticipo per ripararmi dai tuoi strali....
: )

Lydia ha detto...

Sono nella mia to do list da quando le ho viste da Virginia, devo dargli priorità assoluta

Susina strega del tè ha detto...

a chi lo dici!!! io adoro tutti i formaggi in genere, questa ricettina la devo assolutamente provare!! grazie!!!

Genny ha detto...

il tuo blog è splendido..meno male che ti ho scovata!

Ska ha detto...

Domanda da 1 milione di dollari: ma sanno di formaggio o di yogurt??

Posta un commento