Home Chi sono Tutte le ricette. Più o meno in ordine Fonti di ispirazione Vuoi scrivermi? English Version

Marmellata di Kumquat, Mele e Pompelmo Rosa

venerdì 31 luglio 2009

Ecco, lo sapevo. L'altro giorno sono ricaduta nel circolo vizioso delle marmellate, anche se avevo promesso alla mia dispensa che avrei consumato almeno tutti i vasetti del ripiano piu' alto prima di infilarcene dentro di nuovi. Solo che vagando per Chinatown ho trovato gli ultimi strascichi di kumquat e mi e' venuta in mente questa marmellata che avevo provato circa due anni fa. (E l'occhio mi e' pure caduto su una montagna di lychee, dandomi come la sensazione che saranno loro i prossimi a finire in pentola...).

Questa e’ l’ennesima ricetta che faccio ispirandomi al libro di Christine Ferber, Mes Confitures. Per quei pochi che ancora non lo sapessero, la Ferber e’ la regina delle marmellate, una famosa chef francese che da anni vive in un villaggio dell’Alsazia gestendo una pasticceria/negozio di confetture, diventato ormai una sorta di luogo di culto per migliaia di affezionati. Qui potete leggere la descrizione del pellegrinaggio a Niedermorschwihr di Clotilde di Chocolate&Zucchini; e qui il bellissimo resoconto di Alex di Cuoche dell’Altro Mondo. Come dire, c’e’ chi sogna di andare a Cannes, e chi invece sogna di varcare la soglia di Au Relais des Trois Epis.

Anche in questo caso, mi sono ispirata alla Ferber per la combinazione di sapori, che come tutte le sue ricette e' veramente geniale, ma ho seguito il mio solito procedimento usando molto meno zucchero rispetto alla dose indicata nel libro.
Sara' anche una marmellata un po' invernale, ma ormai lo sanno anche i sassi che "The coldest winter I ever saw was the summer I spent in San Francisco". E se lo dice Mark Twain...


Marmellata di Kumquat
con Mele e Pompelmo Rosa


kumquat, al netto degli scarti 1,200 gr. circa
mele al netto 1 kg cira
pompelmi rosa 4
zucchero 1 kg.
limoni 2


Tagliare i kumquat in quarti e privarli dei semini interni. Sbucciare le mele e tagliarle a pezzetti. Sbucciare i pompelmi, privarli della membrana bianca, tagliarli a fette di circa ½ cm e poi a pezzi, eliminando gli eventuali semi.
Mescolare la frutta con lo zucchero e il succo dei limoni. Mettere il tutto in una larga ciotola, coprire con pellicola e lasciare riposare per una notte in firgo. Il giorno dopo cuocere la marmellata fno alla consistenza desiderata, schiumando quando necessario. Invasare nei barattoli propriamente sterilizzati, chiuderli per bene e farli bollire per circa 20 minuti. Lasciarli raffreddare nella stessa acqua per creare il sottovuoto.
8 commenti
Virginia ha detto...

Sara, io a-d-o-r-o letterealmente tutto ciò che fai. Vuoi sposarmi?????????????
Hi hi hi...
Concordo con la diminuzione dello zucchero...vengono buone lo stesso!

alessandra (raravis) ha detto...

Ach, Virginia è arrivata prima... ma se mai pensassi ad un harem, io mi candido ;-)

Diletta ha detto...

Sara, denkiu!!! grazie a te mi sono decisa ad acquistare finalmente il Mes Confitures...mi sa che ero rimasta la sola a non averlo!! E visto che faccio sempre le cose in grande mi sono accattata anche Mes tartes....
Un sorriso fruttato,
D.

Fra ha detto...

Ottima, deve essere davvero una marmellata speciale!
Grazie per l'idea
Un bacione
fra

sweetcook ha detto...

ha un aspetto divino!!!:)

Cappuccetto Rosso ha detto...

@Ale e Virginia: bellissima idea!!! eh eh eh...vi immaginate poi le litigate in cucina???

@Diletta: bentornata! Di nuovo in esilio? Anche io ho il libro sulle tarts, ne ho provata solo una finora (quella della copertina con le pere). pero'anche questo libro, come quello sulle marmellate, secondo me e' valido per gli accostamenti di sapori piu' che per l'esecuzione delle ricette in se', che spesso sono troppo "cariche" per i mie gusti (o troppo dolci per le marmellate)
: )

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Mi hai fatto tornare alla mente quei meravigliosi 3 giorni passati in Alsazia. Quel negozietto è una cosa spettacolare.
Con i kumquat ci ho fatto solo un chutney finora. Sicuramente dei prossimi che trovo ne faccio una marmellata.
Ciao
Alex

Diletta ha detto...

Sara, grazie per la piccola recenzione sul libro delle tart...
Beh, lo scorso week end e' volato e gia' lunedi' ero in lab as usual..sono cotta e non vedo l'ora di meta' agosto quando abbandono questa dannata isola per due weeks di holiday!
Mi sono fatta recapitare i libri in italy cosi' li ho quando arrivo! :)
Un sorriso @ work...
D.

Posta un commento